SKIN Womenonbike

APARTS


Vai indietro   Quellidellelica Forum BMW moto il più grande forum italiano non ufficiale > Vivere la Moto > Quelli che amano guardare il Panorama

Quelli che amano guardare il Panorama In questo forum si parla di MOTOTURISMO è dedicato a chi ama viaggiare e macinare km su km per visitare il mondo


Share This Forum!  
  
Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 19-10-2019, 21:33   #51
momi20
Mukkista in erba
 
L'avatar di momi20
 
Registrato dal: 29 Sep 2008
ubicazione: Modena
predefinito

09/09/19
Oggi è una di quelle giornate, che probabilmente possiamo programmare e trovarci divertimento, solo noi appassionati delle 2 ruote. Non ci sono monumenti, musei o luoghi storici in programma, ma solamente dei chilometri lungo un percorso. Ognuno ha i suoi gusti e metodi per programmarseli. Io ho semplicemente guardato su Google Maps, usando la mappa satellitare. Ho definito un percorso che passi attraverso la catena andina, per stradelli secondari.
Questo in dettaglio il percorso. D Villa De Leyva mi sono diretto verso Tunja, poi Belen e da qui è iniziato il percorso sterrato. 70 bellissimi chilometri. Come riferimento vi posso dare il paesino di Encino. Se ingrandite con Google Maps, avrete l'impressione che esista un'unica strada. Non è così, ci sono tantissime diramazioni. Io quindi vedevo il percorso sul cellulare, ma talvolta non le deviazioni. Comunque alla fine ci sono saltato fuori ed alla sera ho dormito in un motel lungo la strada chiamato Mecha Brava: posso solamente dirvi che era poco più di 30 km dopo San Gil.
Al mattino ho comunque fatto un'altro giretto per Villa De Leyva












torno poi in ostello per la colazione

questo posto offre una sistemazione ancora più economica del dormitorio, la tenda, sistemata in un corridoio: questa devo dire che non l'avevo ancora vista. Quando l'avevo letto sul sito avevo pensato al giardino













Non mi ricordo il paese, ma mi sono fermato per indossare le imbottiture e prelevare del contante. Ok la prima, mentre per la seconda scopro che non ci sono bancomat: si può prelevare da una farmacia, ma solo con carte colombiane. Non mi resta che provare a Belen.







arrivo a Belen e trovo un bancomat





sempre meglio avere del cash nelle zone rurali: prima di iniziare lo sterrato ho visto questa statua votiva ed ho pensato bene di chiedere la protezione divina: so di cosa sono capace (in negativo) sul non-asfaltato



non mi dilungherò poi molto in spiegazione: spero che le foto rendano adeguatamente quello che mi ha riempito gli occhi mentre guidavo





























le prime presenze umane lungo il percorso





sono una famiglia di muratori, ma adesso stanno costruendo la propria casa: mi offrono anche la limonata





il primo cartello stradale !!!!







nonostane il livello e la velocità dell'acqua ho comunque affrontato il guado



stanno portando alla vendita le piante di caffè: la principale debolezza dei coltivatori locali. Non hanno gli strumenti e le conoscenze per processarlo per conto proprio







l'asfalto







arrivo a San Gil, ma ho ancora della luce a disposizione: non ho voglia di fermarmi in un posto con tanta gente.



faccio rifornimento, prendo un caffè e proseguo



Dopo circa 32 km è completamente buio: ad un ponte vedo un motel con di fronte un ristorante. Tanti camion: significa che costa poco ed è sorvegliato. Infatti la stanza è a 18.000 COP (4,69 €). Un omone grosso mi fa vedere la stanza: appoggio la roba, mi giro ed è già lì con asciugamano, saponetta e telecomando per la televisione. pago e siamo a posto: niente registrazione.
Dopo la doccia attraverso la strada e vado a cenare





quando riattraverso la strada, noto che ci sono delle oche nella zona del motel. Appena mi avvicino iniziano a starnazzare. immediatamente appare un'altro omone con una torcia: mi fa segno di andare. Ho capito: le oche da guardia, posso dormire tranquillo.

Pubblicità

__________________
Ogni grande viaggio inizia con un piccolo passo
momi20 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 20-10-2019, 22:56   #52
stino
Mukkista
 
L'avatar di stino
 
Registrato dal: 29 Sep 2005
ubicazione: Bergamo
predefinito

Grande Momi,sempre bellissimi i tuoi report
__________________
Ducati Multistrada DVT 1200 S
stino non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 21-10-2019, 14:49   #53
momi20
Mukkista in erba
 
L'avatar di momi20
 
Registrato dal: 29 Sep 2008
ubicazione: Modena
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da stino Visualizza il messaggio
Grande Momi,sempre bellissimi i tuoi report
Grazie mille Stino

10-09-19
Fondamentalmente ho deciso di raggiungere la città di Barrancabermeja, attraversare i corsi d’acqua e rientrare a Medellin per le strade secondarie al di là dei corsi d’acqua che si vedono su Google Maps. Nulla di definito, ma solo un tentativo di evitare le strade principali. Ieri sera ascoltando il telegiornale mi è sembrato di capire che sia ripresa l’attività delle FARC, l’organizzazione guerrigliera di ispirazione marxista-leninista che venne fondata nel 1964 e che aveva raggiunto un’intesa della cessazione delle ostilità col governo colombiano nel 2016. Non credo poi che questo mi riguardi, ma non ho modo di approfondire: ho terminato il credito e quindi posso solo usare Google Maps. Appena raggiunta una città, magari ricarico o quando arrivo a Medellin. Devo solo rientrare.

Ecco una panoramica completa dell’Hotel Mecha Brava

Situato lungo la Ruta Nacional 45° che collega Bogotà con la Cordillera Oriental

(https://es.wikipedia.org/wiki/Ruta_N..._45A_(Colombia)



Dispone di un’ampio parcheggio custodito 24h/24h con servizio di sorveglianza ad Oca Selvaggia





Dall’altra parte della strada sono presenti tutti i servizi, dal ristorante al gommista



Le camere sono dotate di tutti i comfort ed è possibile scegliere fra aria condizionata e ventilatore







Via verso Barrancabermeja



Questo è meglio segnarselo



Sarà l’ultima discesa prima del rientro a Medellin



Parco divertimenti in mezzo alla Cordillera









Casello autostradale



Qui attraverso Bucaramanga…in realtà la dovreste solo sfiorare esternamente andando verso Barrancabermeja, ma mi sono perso







I sensi unici alternati non mancano mai



Alle 13.00 il caldo è davvero devastante: mi fermo per il pieno, mangio qualcosa e poi vedo incredibilmente una sdraio all’ombra. Non è un miraggio. La siesta è perfetta: 5 stelle a quest’area di servizio



Più o meno velocemente riprendo la strada



Finalmente a Barrancabermeja: devo solo capire come attraversare il corso d’acqua





Sta Ecopetrol è davvero presente in città: deve trattarsi di qualcosa d’importante



In effetti è la più grande compagnia petrolifera della Colombia e nella classifica di Fortune delle prime 500 compagnie al mondo (basata sul reddito) è al 346° posto: mica male
Proprio di fronte all’ingresso c’è un piccolo gazebo



Le persone che vi stazionano mi informano che la compagnia ha effettuato una serie di licenziamenti indiscriminati, senza riconoscere arretrati e pensione…il tutto avallato dal Ministero del Lavoro.
Per il prezzo di mezzo gallone di benzina, un signore si offre di accompagnarmi fino all’inizio della strada che porta al ponte: ok potrei arrivarci per conto mio, ma non mi costa nulla aiutarlo un po’



Mi fermo a bere in un chioschetto lungo la strada e qui 2 operai della Ecopetrol mi dicono di non conoscere la strada che sto cercando, ma comunque di non inoltrarmi in quella direzione. La ripresa dell’attività delle FARC ha coinciso con una serie di attentati alle pipeline locali. Mi sconsiglia anche la signora che vende le bibite. Mi torna in mente il notiziario: capirai. Almeno provo a raggiungere il primo centro abitato al di là del fiume, Yondo, poi magari chiederò nuovamente.



C’è un forte contrasto fra i tubi delle pipeline e la natura, ai lati della strada









Yondo, originariamente, era una città cantiere fondata negli anni 40 dalla Shell. Aveva acquisito i diritti per lo sfruttamento fino al 1985, ma nel 1981, sotto la pressione della FARC, si ritirò ed il tutto venne acquisito dal governo.







Un particolare però mi consiglia di informarmi bene: le inferiate in metallo a protezione delle abitazioni: quante volte le ho viste nei quartieri poveri dell’America del Nord, Centro e Sud





Da un bar cerco di capire se davvero esiste una strada per tornare a Bogotà


Ci si potrebbe riuscire, ma arriva il terzo avviso: No Senor. Peligro, FARC. Ok, ma loro con gli automezzi come fanno ? Sono del posto, io no. Ma non ho tanti soldi come: mi rispondono ridendo che allora si arrabbierebbero sul serio. Va bene, capitolo chiuso, si torna indietro.
Al rientro in Italia ho un poco ricostruito quanto accaduto. Le FARC sono una delle più longeve organizzazioni ribelli al mondo e sorte nel 1964 hanno sempre attraversato la storia della Colombia. Un’accordo di pace del 2016 pareva aver segnato la pace definitiva fra le FARC ed il governo. Però il 29 agosto 2019 con un video, l’ex comandante Luciano Marin ha comunicato la ripresa delle attività, indicando come mezzi di finanziamento non più i rapimenti, ma la tassazione delle multinazionali e delle attività illecite



Comunque mi ingegno per raggiungere la strada principale che rientra a Bogotà il più in là possibile, seguendo la secondaria Barrancabarmeja-Troncal Magdalena che si ricongiunge alla 45 poco più di 40 km a sud.





Questo animale credo sia il formichiere





Verso sera dalla 45 devo svoltare sulla 62 per arrivare a Bogotà e in quella zona mi fermo a dormire all’Hotel Primavera





Ristorante a piano terra

__________________
Ogni grande viaggio inizia con un piccolo passo
momi20 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 21-10-2019, 15:35   #54
me'ndo
Mukkista in erba
 
Registrato dal: 01 Feb 2018
ubicazione: Amena località della media Val Seriana
predefinito

... ho esaurito il repertorio di complimenti ...


ps ... formichiere ... a me sembra un bradipo
me'ndo non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 22-10-2019, 11:49   #55
momi20
Mukkista in erba
 
L'avatar di momi20
 
Registrato dal: 29 Sep 2008
ubicazione: Modena
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da me'ndo Visualizza il messaggio
... ho esaurito il repertorio di complimenti ...


ps ... formichiere ... a me sembra un bradipo
Si confermo: bradipo
__________________
Ogni grande viaggio inizia con un piccolo passo
momi20 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 24-10-2019, 23:37   #56
momi20
Mukkista in erba
 
L'avatar di momi20
 
Registrato dal: 29 Sep 2008
ubicazione: Modena
predefinito

11-09-19

Sveglia e colazione





Anche stavolta la scelta di strade secondarie mi ripaga.La strada più a ovest per rientrare a Medellin, per quasi 80 km è un bellissimo saliscendi, intervallato da paesini multicolori e pieni di fiori.



















Arrivato a Medellin poco prima di mezzogiorno…giusto per ricordarmi che in albergo ho lasciato una delle batterie della macchina fotografica più il caricabatterie ! Fortuna ce l’altra batteria è carica.



Sono passato dall’agenzia e la ragazza mi ha detto che non c’era nessun problema se riportavo la moto il giorno dopo verso mezzogiorno: ha avvisato i titolari e mi regalano un giorno di noleggio. Dove andare ? Lei mi suggerisce, visto che sono interessato ai murales di andare alla Comuna 13. L’area urbana di Medellin è divisa in 6 zonas, a loro volta divise in comunas, per un totale di 16. La comuna 13 è l’unica chiamata co lsuo numero. Nata come un barrio povero, dove la criminalità era la scelta più facile, si trovava vicino all’autostrada, quindi una via perfetta per il trasporto di armi e droga verso la città. In questa zona Pablo Escobar arruolò moltissimi dei suoi sicari, e dopo la sua morte vi si insediarono i gruppi dei guerriglieri: FARC ed ELN principalmente. Poi nel 2002 arrivò un’ulteriore ondata di violenza, decisa stavolta dal presidente Uribe che lanciò l’operazione Mariscal e poi l’operazione Orion. Per due giorni la vita degli abitanti della comuna fu nelle mani di un uomo incappucciato, che indicava alle forze statali dove si trovassero le persone da uccidere. Persino dagli elicotteri si sparò sulla comuna. Alla fine la popolazione stremata uscì nelle strade sventolando fazzoletti bianchi



Poi però è arrivata la metrocable che ha riavvicinato periferie e centro



Ed infine nella comuna 13 è arrivato il progetto dell’ingegner Cesar Augusto Hernandez che con la sua escalera electrica ha come aperto una porta alla comuna 13 sul mondo



Le cose sono cambiate alla comuna 13: oggi abbiamo i graffiti, l’hip hop. Si sta costruendo una biblioteca, c’è il progetto di un’università (dove prima sorgeva un carcere femminile), di un’ospedale col wifi. C’è un’andirivieni continuo di turisti, hanno aperto negozi per lo shopping, c’è un teatro di musica e recitazione: c’è una speranza insomma.
Potete visitarlo per conto vostro o prenotare uno degli innumerevoli tour urbani di walking che esistono per questa destinazione.











Il metodo di carico di queste casse di bibite è davvero intelligente

__________________
Ogni grande viaggio inizia con un piccolo passo
momi20 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 24-10-2019, 23:39   #57
momi20
Mukkista in erba
 
L'avatar di momi20
 
Registrato dal: 29 Sep 2008
ubicazione: Modena
predefinito

poi via per l’escalera









Bravi





questo dedalo è un continuo scoprire angoli e vedute suggestive















Più che un’incrocio è uno scontro di svariate razze



























Poi inizia ad essere l’ora di rientrare: visto che il parcheggio alle 22.00 chiude, devo trovar qualcosa da fare stasera, e raggiungibile a piedi. Dall’ostello due ragazze distribuiscono un volantino, che poi noto anche affisso ad un palo: proprio a due passi, tanto vale provare a vedere cosa c’è.



La scelta casuale premia: è una delle zone di divertimento notturno di Medellin…ovviamente mi accorgerò anche di toleranzia, ma il tutto separato



Qua e là qualche ragazza sta “lavorando”, ma la quasi totalità dei locali sono pub, disco bar ristoranti ecc…







E in una zona di un piccolo parchetto arriva il colpo di fortuna che ti cambia la serata. Un gruppo di persone sta suonando e bevendo. Scoprirò poi che sono turisti messicani in vacanza in Colombia





Questi bevono sul serio: in Russia si ambienterebbero all’istante









La serata si anima: vicino a noi il ragazzo con i pantaloni rossi tenta di rubare la rivoltella ad un poliziotto: viene bloccato ed ammanettato. Devo ammettere che non avrei scommesso su un’arresto indolore: la polizia semplicemente lo blocca, nemmeno uno scapaccione.





__________________
Ogni grande viaggio inizia con un piccolo passo
momi20 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 28-10-2019, 23:32   #58
momi20
Mukkista in erba
 
L'avatar di momi20
 
Registrato dal: 29 Sep 2008
ubicazione: Modena
predefinito

12-09-19

Mi alzo davvero presto: non voglio esagerare e quindi devo riportare la moto per le 12.00.
Decido di tenermi l’ultima parte della mattinata per i souvenir e come meta scelgo di andare a vedere il barrio che a suo tempo, riciclando il denaro, Pablo Escobar costruì, regalando un’alloggio ad oltre 16.00 persone. Il quartiere non è mai stato riconosciuto dal governo. Ai tempi venne presa la decisione di distruggere le abitazioni, che ovviamente non possedevano i regolari permessi urbani. Escobar inviò in tutta fretta dei camion, caricò le persone e le trasferì nel barrio, prima della demolizione. Più volte , dopo la morte di Escobar il governo ha tentato di sfrattare gli abitanti, che all’inizio hanno avuto difficoltà ad accedere ai servizi pubblici. La memoria è un fatto complesso, difficile da rendere con chiarezza ed alla fine individuale. C’è chi ancora venera Escobar come un Robin Hood, nonostante quello che ha fatto, chi lo ricorda con orrore e dolore e chi mischia il tutto, tra speculazione e memoria. L’esempio più lampante è il figlio di Escobar, Sebastian Marroquin. Architetto ha ora una sua linea di moda con vestiti che riportano stampati foto e documenti riguardanti il padre. Lui dichiara per portare un messaggio a favore della pace e della non-violenza, però è tutto molto discutibile. La cosa che però mi ha lasciato più di stucco è stato scoprire che uno dei killer più sanguinari di Escobar John Jairo Velásquez Vásquez, detto Popeye, autore di oltre 250 omicidi, uscito di prigione nel 2014, era diventato una star. Canale Youtube in cui parla della corruzione del paese, consulente per una serie Netflix tratta da un suo libro. Su You Tube si trova un video in cui spiega ad una giornalista della BBC come si uccide una persona: con la pistola, sparando alla testa. Ci sono persone (tante, troppe dico io) che si fanno i selfie con Popeye, i video, chiedono autografi. Io capisco che si possa aver guardato una serie su Netflix, che sia piaciuta, ma di fronte ad una persona del genere, coi crimini che ha commesso, almeno dovrebbe rimanere una condanna morale: si dovrebbe distinguere fra la star della serie e lo spietato killer

Questo fotogramma è tratto dal documentario Hitman di Escobar





Medellin è suddivisa in 16 comunas: il Toc Toc Hostel è nella 14, il barrio in questione nella 10, La Candelaria



Precisamente nell’angolo formato dalla Calle 38b e dalla Carrera 26c



Oviamente è mattina presto e tutte le attività stanno iniziando. Proprio di fronte al murales è possibile fare colazione.





Parlando con la signora e altre due persone sedute, arriva per me la domanda a sorpresa : “Cosa ne penso di questa specie di economia sorta sul ricordo di Escobar”. Domandone, anche per il fatto che comprendo, ma spiegarmi in spagnolo è un’altra faccenda. Grosso modo riesco a farmi capire: se questo interesse porta dei guadagni per le persone del posto, va bene. Però bisognerebbe sempre ricordare la realtà ed i fatti accaduti, evitando di mitizzare figure malvagie: per esempio quello che sta accadendo col sicario Popeye. Approvano.
Poi vado a fare 2 passi per il barrio







Dopo un po’ su questa scala, incrocio un ragazzino che sta giocando col pallone. Gli faccio cenno di lanciarmelo: sorride e calcia, lui in alto e io in basso. Gli piace giocare portiere. Ok un paio di cose me le ricordo e lanciandogli la palla forte o piano gli dico di ribatterla coi pugni o di controllarla. Poi lo avviso che non gli dirò più se gliela lancerò piano o forte. Poche spiegazioni, un pallone di plastica e passa mezz’ora. Alla “lezione” assistono i vicini di casa dalle finestre. Non mi ricordo come si chiama.









Questo barbiere ci ha proprio spinto la mano coi narco souvenir



La signora delle frittelle mi ha detto il nome di un posto dove trovare dei souvenir a poco: lungo il tragitto incontro però una manifestazione di insegnanti



Io ho trovato i souvenir all’almacen El Hacendado grosso modo incrocio fra Calle 46 e Carrera 53°
Qui troverete diversi blocchi dove si vende e si compra di tutto: avrete solo l’imbarazzo della scelta



















Rientro dall’agenzia: c’è solamente la ragazza. Le piacerebbe tantissimo visitare l’Italia, ma scopro che c’è un’inghippo per i colombiani per venire in Italia (non so se sia così per tutti i paesi). Devono dimostrare di avere sul proprio conto corrente l’equivalente di 30.000 €.


Visto che deve chiudere per il pranzo mi accompagna alla stazione della metro: da qui mi recherò all’hotel Nutibara da dove partono i bus per l’aeroporto della Combuses. Alla fine ve la cavate con meno di 11 $ in tutto.











Per il ritorno mi attende il percorso Medellin-Bogotà-Parigi-Bologna, sempre col casco nello zaino a mano, la giacca a vento con piumino sotto braccio, assieme alla felpa, i jeans pesanti e gli scarponi, insomma, la parte più dura della vacanza. Anche questo ritorno comunque passa in un’attimo ed io ringrazio tutti per il tempo *e l’eventuale lettura delle mie righe. Felice di aver “incontrato” nuovamente tanti moto maniaci. Vi saluto, tolgo il disturbo e rimango a disposizione per due chiacchere..eventualmente.

__________________
Ogni grande viaggio inizia con un piccolo passo
momi20 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 29-10-2019, 11:34   #59
stino
Mukkista
 
L'avatar di stino
 
Registrato dal: 29 Sep 2005
ubicazione: Bergamo
predefinito

:d :d :d :d :d :d :d :d :d :d :d :d :d :d :d
__________________
Ducati Multistrada DVT 1200 S

Ultima modifica di stino; 29-10-2019 a 15:48
stino non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 29-10-2019, 12:04   #60
me'ndo
Mukkista in erba
 
Registrato dal: 01 Feb 2018
ubicazione: Amena località della media Val Seriana
predefinito

grassssieee Momi
me'ndo non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 29-10-2019, 14:25   #61
momi20
Mukkista in erba
 
L'avatar di momi20
 
Registrato dal: 29 Sep 2008
ubicazione: Modena
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da me'ndo Visualizza il messaggio
grassssieee Momi
Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrego !!
__________________
Ogni grande viaggio inizia con un piccolo passo
momi20 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 29-10-2019, 16:28   #62
Tank84
Mukkista in erba
 
Registrato dal: 26 Apr 2016
ubicazione: al lago
predefinito

Ciao Momi, innanzi tutto complimenti per il viaggio e per il report, che ho letto da cima a fondo.
Vorrei un tuo parere, tra una decina di giorni dovrei partire per una viaggio zaino in spalla in Colombia.
Come ti è sembrata la situazione generale tra FARC e micro criminalità?

Grazie e complimenti ancora!
__________________
Peace & Ride!
Tank84 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 30-10-2019, 15:04   #63
momi20
Mukkista in erba
 
L'avatar di momi20
 
Registrato dal: 29 Sep 2008
ubicazione: Modena
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Tank84 Visualizza il messaggio
Ciao Momi, innanzi tutto complimenti per il viaggio e per il report, che ho letto da cima a fondo.
Vorrei un tuo parere, tra una decina di giorni dovrei partire per una viaggio zaino in spalla in Colombia.
Come ti è sembrata la situazione generale tra FARC e micro criminalità?

Grazie e complimenti ancora!
Per quel che riguarda il discorso FARC, credo proprio che si dovrebbe andarsele a cercare, come si suol dire. La zona da cui io ho dovuto/deciso di fare dietro front era decisamente un poco fuori dalle normali rotte. Di solito i telegiornali, quando la lingua lo consente, li ascolto.
Poi sai trovarsi ad esempio in Ecuador mentre come in questi giorni scoppiano i disordini di piazza, credo sia sfortuna.
La microcriminalità penso sia la stessa in ogni parte del mondo. Ovvio che se vai in giro con orologio di lusso o capi firmati tu possa attirare l'attenzione, ma credo ovunque. Io sono dell'idea che un profilo basso o comunque normale aiuti sempre. Anche per questo motivo ho preferito spostarmi su una moto diciamo piccola: ma questo lo farei comunque e dovunque. Perchè se sei al mare in Italia e vai a fare il bagno, lasci soldi e orologio dall'ombrellone ? Se guardi la mia serata a Bogotà, quando sono arivato a tarda notte nella zona di "Toleranzia". Dall'incrocio principale e nelle zone coi locali, diciamo che non ci dovrebbero essere problemi. Se vai a passeggiare nei dintorni isolati per conto tuo, magari qualcosa potrebbe succedere. Ho letto di persone borseggiate nella zona della Candelaria, sempre a Bogotà, dove ero a dormire. Può essere accaduto, ma io, girandola a piedi in lungo e in largo, non ho mai avuto la percezione di situazioni "pericolose". Oppure quando atterri: taxi o mezzi pubblici ? Io ho sempre scelto i mezzi pubblici (quando disponibili), però il taxi, anche se più caro, ti garantisce da qualunque problema durante il trasferimento. Per il dormire (non so la tua età) se ti appoggi agli ostelli, sai che arriverai sempre in zone ben servite dai mezzi pubblici e dove sarà facilissimo ottentre informazioni di prima mano. Però, gli altri tipi di alloggio, hanno comunque il wifi, servizio di sorveglianza e servizi. Magari Le coperte potrebbero essere un poco lise, ma stai sicuro che le hanno lavate.
__________________
Ogni grande viaggio inizia con un piccolo passo
momi20 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 30-10-2019, 15:21   #64
Tank84
Mukkista in erba
 
Registrato dal: 26 Apr 2016
ubicazione: al lago
predefinito

Grazie Momi! Il basso profilo fa generalmente parte del mio modo di viaggiare ed essere, quindi mi trovi in accordo con te.
Ho avuto resoconti di gente che assolutamente mi sconsigliava di usare il cellulare in strada per fare foto o usare le mappe. Anche in zona Candelaria a Bogotà.
Così come sconsigliavano addirittura di girare con ai piedi delle Nike. Personalmente ho valutato questa cosa esagerata, ma un parere di un viaggiatore "rodato" lo trovo più attendibile.
Non ho cellulari da migliaia di euro, addirittura l'ultimo che ho comprato è un Samsung S7 usato di tre anni per 100€. L'unica cosa che mi darebbe fastidio sarebbe dover recuperare dati ed applicazioni.
__________________
Peace & Ride!

Ultima modifica di Tank84; 30-10-2019 a 15:26
Tank84 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 30-10-2019, 17:08   #65
gis
Pivello Mukkista
 
Registrato dal: 27 Sep 2008
ubicazione: como
predefinito

Grazie Momi. Sempre un piacere leggere i tuoi racconti.
gis non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 30-10-2019, 19:45   #66
momi20
Mukkista in erba
 
L'avatar di momi20
 
Registrato dal: 29 Sep 2008
ubicazione: Modena
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Tank84 Visualizza il messaggio
Grazie Momi! Il basso profilo fa generalmente parte del mio modo di viaggiare ed essere, quindi mi trovi in accordo con te.
Ho avuto resoconti di gente che assolutamente mi sconsigliava di usare il cellulare in strada per fare foto o usare le mappe. Anche in zona Candelaria a Bogotà.
Così come sconsigliavano addirittura di girare con ai piedi delle Nike. Personalmente ho valutato questa cosa esagerata, ma un parere di un viaggiatore "rodato" lo trovo più attendibile.
Non ho cellulari da migliaia di euro, addirittura l'ultimo che ho comprato è un Samsung S7 usato di tre anni per 100€. L'unica cosa che mi darebbe fastidio sarebbe dover recuperare dati ed applicazioni.
Io tutte le foto le ho scattate con la macchina fotografica e per orientarmi avevo costantemente in mano la mappa della zona della Candelaria che mi avevano dato all'ostello.

__________________
Ogni grande viaggio inizia con un piccolo passo
momi20 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 30-10-2019, 22:01   #67
MassimoP_VR
Mukkista in erba
 
L'avatar di MassimoP_VR
 
Registrato dal: 13 Nov 2012
ubicazione: (VR)
predefinito

é stato meraviglioso anche quest'anno .
tv spenta,stufa accesa e puntata del viaggio di Momi,un gran bel modo di passare una serata secondo me.
un vero "insider" di mondi differenti dal nostro.
ecco se posso fare un appunto quando cucini quei pappettoni riso&pomodoro&tonno&quelchetirofuoridalletasche non sono proprio invitanti ..
in compenso lo street food deve essere eccezionale ed apprezzo molto che tu faccia foto ai piatti e all'ambiente anche se sono semplici.

Grazie anche stavolta.
MassimoP_VR non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 31-10-2019, 00:09   #68
Toto4
Mukkista in erba
 
L'avatar di Toto4
 
Registrato dal: 21 Mar 2018
ubicazione: SERENISSIMA VENETA REPUBBLICA
predefinito

Leggere i resoconti di momi20 e’ come viaggiare con la fantasia .
Grazie ancora.
__________________
AT AS 2020 ...coming soon
Toto4 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 31-10-2019, 12:22   #69
cacciatore
infante Mukkista
 
Registrato dal: 30 Jan 2009
ubicazione: sud europa
predefinito

Sempre spettacolari e coinvolgenti i tuoi racconti di viaggio! Grazie
cacciatore non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 31-10-2019, 20:20   #70
momi20
Mukkista in erba
 
L'avatar di momi20
 
Registrato dal: 29 Sep 2008
ubicazione: Modena
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da MassimoP_VR Visualizza il messaggio
é stato meraviglioso anche quest'anno .
tv spenta,stufa accesa e puntata del viaggio di Momi,un gran bel modo di passare una serata secondo me.
un vero "insider" di mondi differenti dal nostro.
ecco se posso fare un appunto quando cucini quei pappettoni riso&pomodoro&tonno&quelchetirofuoridalletasche non sono proprio invitanti ..
in compenso lo street food deve essere eccezionale ed apprezzo molto che tu faccia foto ai piatti e all'ambiente anche se sono semplici.

Grazie anche stavolta.
99% di uno dei miei pasti giornalieri è riso, quindi sono in continuità con l'alimentazione di casa: riso, pomodoro, tonno legumi e cipolla+ peperoncino è un piatto completo
__________________
Ogni grande viaggio inizia con un piccolo passo
momi20 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 31-10-2019, 20:20   #71
momi20
Mukkista in erba
 
L'avatar di momi20
 
Registrato dal: 29 Sep 2008
ubicazione: Modena
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Toto4 Visualizza il messaggio
Leggere i resoconti di momi20 e’ come viaggiare con la fantasia .
Grazie ancora.
Lo interpreto come un punto a favore del mio italiano scritto
__________________
Ogni grande viaggio inizia con un piccolo passo
momi20 non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato

Salto del forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 06:10.
www.quellidellelica.com ©

Powered by vBulletin versione 3.8.4
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana Team: vBulletin-italia.it
noleggio HP ducati