APARTS

Vai indietro   Quellidellelica Forum BMW moto il più grande forum italiano non ufficiale > Vivere la Moto > Quelli che amano guardare il Panorama

Quelli che amano guardare il Panorama In questo forum si parla di MOTOTURISMO è dedicato a chi ama viaggiare e macinare km su km per visitare il mondo


Share This Forum!  
  
Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 10-05-2013, 18:23   #1
amay450
Mukkista in erba
 
L'avatar di amay450
 
Registrato dal: 17 Feb 2008
ubicazione: novara
predefinito viaggio in Senegal

Dopo anni di sogni e di Dakar viste in televisione, reportages di altri motociclisti e voli sulle carte geografiche finalmente ci siamo.
Pensavo di essere solo all’inizio, poi si è aggiunto JF, poi Patou e infine Bernard. Come al solito sono il solo italiano, è il primo viaggio africano con motomucca. Come consigliato l’uniformità dei mezzi è totale…non ci sono due moto uguali.

Giorno01 DO 07/04/13
Il momento è giunto, contrariamente al buon senso il traghetto si prende a Sete che fa molto Dakar classica, ma soprattutto è comodo per gli altri che vengono da Parigi e Epinal.
Il tempo uggioso e freddo mi fa rinunciare alla val di Susa, Monginevro e Alpi francesi per una più secca rotta autostradale che comunque mi tiene nella nebbia quasi fino al passo del Turchino e mi riscalda sulla costiera Ligure e poi Francese, attraversando una Provenza profumata di primavera. Arrivo in fretta in Camargue e, visto che sono in anticipo, non resisto, lascio l’autostrada e mi butto nei villaggi della zona umida, Aigues Mortes, Grau du Roi tra il blu del cielo punteggiato dai colori di una gara di aquiloni e il verde dei canneti.
Questo antipasto di turismo mi inebria dopo 600 km di autostrada, ci voleva proprio, tra l’altro il didietro urlava vendetta dopo il primo giorno di endurance.
Tempo di entrare in Sete e mi squilla il telefono, dopo un po’ di combattimento riesco a fare tutto: trovare dove fermarmi, togliere casco guanti trovare il telefono e scoprire che gli altri stanno uscendo dall’autostrada, siamo a 10 minuti di distanza. Li aspetto dove mi trovo che è facilissimo da trovare e dopo poco eccoli arrivare, Prima Bernard che non avevo sentito e poi JF e Patou a un minuto…a organizzarla non ci saremmo riusciti!
Dobbiamo incontrare anche Jannot e Lionel, i meridionali del gruppo che abitano vicino Narbonne e vengono a salutarci e bere una bottiglia con noi prima della partenza.
Ritrovarsi una volta all’anno è sempre una gioia, grandi abbracci, ricordi dei viaggi passati, un po’ di malinconia per chi resta non può esserci questa volta ma sarà con noi nelle chiacchere da bivacco.
Dopo la cena ci si saluta e gli eletti si imbarcano per un purgatorio di due notti e un giorno di nave dove solo il sogno dello sbarco ti salva dalla noia.
Questa volta pochi vacanzieri africani e zero motociclisti ad imbarcarsi.
Alla biglietteria doccia fredda, scopriamo che il traghetto farà una sosta, che non avevamo nel foglio di prenotazione, a Nador, facendoci perdere una giornata completa di viaggio, arriveremo la sera alle 18 invece che la mattina alle 6.
Oggi670K tot 670


Uploaded with ImageShack.us

Pubblicità

__________________
wr450 hp2

Ultima modifica di Il Maiale; 15-05-2013 a 09:06
amay450 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-05-2013, 18:25   #2
matteo10
TV Sorrisi e Canzoni doc
 
L'avatar di matteo10
 
Registrato dal: 04 Jun 2007
ubicazione: Modena
predefinito

Eh no!
Adesso fai un bel copia/incolla e sbatti su tutto!!!

__________________
Immersi nelle difficoltà della vita, non sommersi.
matteo10 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-05-2013, 19:20   #3
amay450
Mukkista in erba
 
L'avatar di amay450
 
Registrato dal: 17 Feb 2008
ubicazione: novara
predefinito

calma non mi aspettavo un'aggressione così veloce!
...ecco:

Giorno03 MA 09/04/13

Vi risparmio il tedio non è riservato al forum .
Saltiamo direttamente al secondo giorno di nave che ci vede all’alba a Nador, suggestiva ma lenta questa sosta e ci costringerà ad una faticaccia di recupero del tempo e terreno perduto sullo stimato.



Uploaded with ImageShack.us



Uploaded with ImageShack.us



Uploaded with ImageShack.us

Arrivo al porto Tanger Med come annunciato la sera e termine delle formalità di dogana e polizia piuttosto rapidamente, cambio di moneta (1€=10,88D e benzina 13,2D/l così ho subito soddisfatto i curiosi) e alle 20 siamo pronti a partire.
Imbocchiamo verso Tangeri (il porto non è in città) e poi verso Rabat con l’idea di sostare a Larache (campeggio subito all’uscita dell’autostrada).
Il campeggio non è cambiato, ci sono parecchi camper, praticamente tutti francesi tranne uno, ma nessun motociclista o fuoristrada.
Con il consueto casino del primo campo ci installiamo non trovando nulla nei bagagli ed il buio aiuta poco. Pazienza il bello comincia domani, con la luce almeno possiamo riempirci gli occhi del panorama.
oggi 127K tot 797
__________________
wr450 hp2
amay450 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-05-2013, 19:28   #4
joesimpson
Mukkista doc
 
L'avatar di joesimpson
 
Registrato dal: 12 Jul 2002
ubicazione: Piacenza
predefinito

grande paolino

dai dai posta tutto il racconto
__________________
"GS1200adv 2011 mellow yellow" e sono uno degli sfigati con le zanzarine tipo 690 (cit SPAM)
joesimpson non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-05-2013, 20:00   #5
amay450
Mukkista in erba
 
L'avatar di amay450
 
Registrato dal: 17 Feb 2008
ubicazione: novara
predefinito

ciao Joe, sempre il solito falchetto.
Non succede niente che non vedi!
Piano piano vi racconto
__________________
wr450 hp2
amay450 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-05-2013, 20:19   #6
amay450
Mukkista in erba
 
L'avatar di amay450
 
Registrato dal: 17 Feb 2008
ubicazione: novara
predefinito

Giorno04 ME 10/04/13


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
La sveglia alle sei ci porta in un mondo difficile fatto di una notte passata sulla mousse non abbastanza spessa, circondati da cani e asini che non conoscono tregua, avvolti in una nebbia padana e con le tende zuppe di umidità.
…questo è scritto solo ad uso dei lettori, che non soffrano troppo, perché a noi non ce ne fregava nulla. E’ l’inizio della vacanza!!!
Il sole con calma arriva, scioglie la nebbia, asciuga tutto e intanto ci facciamo una colazione robusta con il pane arabo e le confetture di casa.


Uploaded with ImageShack.us
Ripieghiamo tutto (evviva la 2seconds di Decathlon) con discreta rapidità e ci lanciamo in autostrada a recuperare il tempo perduto.
La giornata non è delle più esaltanti, Rabat, Casablanca il panorama è di un verde brillante che non finisce mai di meravigliarmi in questa stagione, con un’infinità di serre che costeggiano il percorso.
Si lascia la costa verso Marrakech che si intravede circondata da una chiostra di montagne innevate, l’Atlante con le sue belle piste che questa volta non vedremo e poi verso Agadir tra verdi valli costeggiate dalle colline di terra rossa e rocce a panettone, di nuovo lungo la costa, la temperatura è salita fino a 35°, adesso è AFRICA.
Ormai è quasi sera e un po’ di km a sud di Agadir ci concediamo il meritato riposo al campeggio Internazionale, sulla costa. Il custode non ha nulla da cucinare, così prende vita il settore ristorativo della nostra organizzazione, fuori fornello pentole liofilizzati vari patè che coi francesi non mancano mai e ci riempiamo la pancia anche oggi.
L’organizzazione del campo va migliorando e si comincia a sapere dove mettere le mani quando cerchi qualcosa. Il primo giorno anche solo la giacca con tutte le tasche ognuna dedicata a qualcosa è un casino, ma piano piano tutto diviene automatico. A sinistra telefono e occhiali(siamo giovani) a destra portafoglio coltello e cucchiaio/forchetta(siamo sempre pronti) in mezzo i documenti …e via così.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
Oggi 744K tot1541
__________________
wr450 hp2
amay450 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-05-2013, 20:36   #7
GSWAY
Mukkista doc
 
L'avatar di GSWAY
 
Registrato dal: 07 Dec 2011
ubicazione: FIRENZE
predefinito

Complimenti, come partenza niente male.
Attendiamo il resto, grazie
__________________
Prima ... altro, poi BMW GS 1100, GS 1200 ADV 2009 e ora GS 1200 ADV Triple Black
GSWAY non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-05-2013, 22:37   #8
yankee66
Mukkista in erba
 
L'avatar di yankee66
 
Registrato dal: 24 Sep 2008
ubicazione: Appiano s.s.d.v.
predefinito

Complimenti! Bello spirito di adattamento Però aspettiamo il resto.....
__________________
BMW R 1200 GS ADV - Magnesium metallizzato opaco My 2009 - Km. 167.000
yankee66 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-05-2013, 22:42   #9
Setteisole
Mukkista in erba
 
L'avatar di Setteisole
 
Registrato dal: 28 Feb 2009
ubicazione: PESCARA
predefinito

Bel racconto, belle foto. Vi seguo.
__________________
BMW R1150 GS: nessun posto è lontano.
Setteisole non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-05-2013, 22:58   #10
amay450
Mukkista in erba
 
L'avatar di amay450
 
Registrato dal: 17 Feb 2008
ubicazione: novara
predefinito

Giorno05 GI 11/04/13
Adesso si che ci siamo, sveglia con il coccolio dei cavalloni che si rovesciano sulla spiaggia, la seconda notte sul materassino va meglio e, dopo una doccia bollente colazione con la marmellata di Cassis della moglie di JF…spettacolo!
Le operazioni ormai sono spedite, non partiamo mai presto ma le 9 sono un orario onesto, rifacciamo i 20k che ci separano dalla strada costiera, ormai l’autostrada è dimenticata, e seguiamo per Tiznit e Guelmine.
Mi viene da pensare che il PIL in Marocco lo raggranellano con l’autovelox, non ho mai visto tante pattuglie col radar come qui, ogni 30k ce n’è una…è incredibile!
In questa zona inizia anche il balletto delle fiches, che, come insegnano i decani del settore tipo Indianlopa e Fagot, sono fondamentali per farti risparmiare tempo.
Per un errore d’impostazione della stampante ne avevo 24 alla partenza, indeciso se prendere tutto mi sono detto, ma si, per il peso…alla dogana Mauritana me ne restavano 2!
Siamo stati fermati dozzine di volte, sempre gentili i gendarmi, doganieri o guardia civile, ma consegnando il magico foglietto precompilato abbiamo sicuramente risparmiato una giornata in totale.


Uploaded with ImageShack.us
Dopo Guelmine, alla pausa pranzo, “battezziamo” la Kelly Kettle, un bollitore geniale che con quattro stecchetti di legno ti permette di far bollire l’acqua economizzando il gas. Onestamente occupa parecchio spazio ma se si è in gruppo è un piccolo lusso che ci si può concedere dividendosi il materiale del campo, soprattutto nel nostro caso che amiamo particolarmente i bivacchi in spazi aperti. Scatolette di carne Montana convertite in tazzine da caffè ed il gioco è fatto, come fanno qui, niente si butta, tutto può servire, riciclaggio selvaggio.
Ci lasciamo dietro TanTan e Tarfaya e poco a sud facciamo il primo campeggio libero, un po’ riparati ad un paio di km dalla strada. Come sempre dopo poco compare qualcuno, è la magia del deserto, nel nulla, desolato per chilometri, nulla in vista, ti fermi e dopo dieci minuti ecco comparire qualcuno…ma stanno nascosti sotto i sassi ti chiedi? Due chiacchere e come sono apparsi scompaiono senza lasciare traccia.
Il panorama è dominato dalla falesia a picco sull’oceano a destra e dal deserto sinistra, la strada è generalmente diritta ma periodicamente si attraversa una vallata sulle cui pendici si discende e poi risale tra curve veloci (100 è il limite, i radar sono sempre dietro l’angolo) stimolando la libidine del motociclista, le Heidenau Scout sull’asfalto si dimostrano oneste, probabilmente pagheremo sulla sabbia.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
Il vento è stata la costante sino ad ora, le gomme si stanno consumando da un lato, probabilmente le pareggeremo al ritorno, purtroppo la componente che abbiamo alle spalle e ci aiuta, poi sarà scomoda.
Questa sera la cena di bivacco è allietata dalla prima bottiglia di vino della nostra cantina francoitaliana (si sa, se non ti porti il lavoro da casa devi fronteggiare momenti grami), il Primitivo di Manduria robusto di provenienza casareccia ci dà una bella carica, deve bastare per qualche giorno.
Oggi 517K tot 2058 qui la benzina costa meno 9,3 D/l siamo nell’ex Sahara Spagnolo
__________________
wr450 hp2
amay450 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-05-2013, 23:18   #11
amay450
Mukkista in erba
 
L'avatar di amay450
 
Registrato dal: 17 Feb 2008
ubicazione: novara
predefinito

Giorno06 VE 12/04/13


Uploaded with ImageShack.us
Oggi la strada non è male, piena di curve prima di Laayoun, ci fermiamo a fare foto al monumento, in una salina costiera e in vari punti della falesia.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
La città è pittoresca, ci si arriva trovando la guarnigione che sembra un castello, si scende al fiume ce forma una vallata verde di canne con una riva a falesia di fronte e l’abitato che vi si distende, bei colori, colpo d’occhio fantastico dopo la monotonia piatta della costa.


Uploaded with ImageShack.us
Superato l’abitato la valle è bellissima con dune rosse che si stendono accanto i canneti sul corso d’acqua, il tutto racchiuso dalle pareti ocra della depressione.
Sosta a Laayoun porto dove ci fermiamo a bere l’ennesimo the alla menta.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us

Sulla strada verso Boujdour ci fermiamo in un villaggio di pescatori dall’apparenza un po’ spettrale, ma con una spiaggia pittoresca.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us



Uploaded with ImageShack.us
Gli struzzi di Boujdour ci aspettano maestosi, come il viale a quattro corsie che entra in paese, è impressionante l’enormità delle inutili opere pubbliche.
Siamo in prossimità di Dakhla e andiamo ad accamparci alla radice della penisola tra le dune bianche.


Uploaded with ImageShack.usQui il vento è al suo massimo e i kite surf imperversano nella baia colorando magnificamente il cielo.


Uploaded with ImageShack.us

La pista che ci nasconde tra le dune vede la prima moto accasciata miseramente su un cilindro e ci fa sentire il polso alle difficoltà che affronteremo più avanti.
Intanto ci lavoriamo una bella pasta e fagioli


Uploaded with ImageShack.us
Oggi 574K tot2632 Stiamo recuperando bene
__________________
wr450 hp2
amay450 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 11-05-2013, 08:37   #12
amay450
Mukkista in erba
 
L'avatar di amay450
 
Registrato dal: 17 Feb 2008
ubicazione: novara
predefinito

Giorno07 SA13/04/13
Troppo vento, notte difficile, ho letto parecchio. La mattina difficile accendere il fuoco, ma una volta partita la Kettle scalda come una forgia spinta dal vento teso.
Passiamo il Tropico del Cancro, un cartello lo indica e mi dico: al ritorno lo fotografo, non manterrò la parola.
Il traffico ormai è scarso e la colonna di camper in salita che ci ha accompagnato fino ad Agadir (generalmente pensionati che svernano al caldo) si è ridotta a qualche sparuto avventuriero, anche se le condizioni dell’asfalto sono ottime e permettono il passaggio senza problemi.
Passiamo una zona di rocce d’arenaria erose dal vento immerse in dune di sabbia dorata.
Più avanti si attraversa una depressione dominata da dune di sabbia bianchissima che contrasta col resto del panorama.
Siamo prossimi alla frontiera maura e l’Hotel Barbas, che abbiamo sentito chiamare “Versailles”, probabile visione di giardino dell’Eden nel nulla sconfinato, è un richiamo a cui non si sfugge.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
All’ombra dei paracadute e sull’onda del wireless (un po' di uottsapp con Luca che è in Australia e Lella e Vale che sono a Novara in apprensione per entrambi)ci beviamo una coca fresca, ormai le temperature viaggiano sui 40°.
Prossimo stop la frontiera, benzina e poi affrontiamo i soliti faccendieri di confine che cercano con ogni sorta di strategia di scucirti qualche soldo. E’ carino vedere come ognuno di noi affronta la situazione, io li ignoro, Patou gli dice in faccia che non gli dà un soldo, JF fa quello un po’ idiota che non capisce, mentre Bernie ci ride e ci scherza ma non molla comunque.


Uploaded with ImageShack.us
Il confine Marocchino si supera velocemente e si affronta la terra di nessuno, un paio di km di pista prevalentemente rocciosa che ha sfondato più di una coppa del motore, prova ne sono i cadaveri d’auto che ne disseminano il tracciato. Qua e là pozze di sabbia insidiano i mezzi in transito, sino al lato Mauritano della frontiera.
Con pazienza e in un tempo accettabile superiamo i vari step, 10€ di polizia e passavant, 10€ di dogana, 1€ di tassa di soggiorno, 18 € di assicurazione per 20gg. Cambiamo un po’ di soldi, la moneta locale si chiama Oughia, 1€=380 Ou
Pranziamo in una bettola di frontiera dove ci servono pecora con le cipolle.
Alla fine ci carichiamo 3 bottiglie d’acqua a testa e affrontiamo la Mauritania.
Scartiamo la penisola di Nouadibou andando verso est a fianco alla ferrovia delle miniere, noi non incrociamo il treno che descrive Fagot, peccato, mi sarebbe piaciuto vederlo, è unico.
Più avanti si procede verso sud e si capisce che qualcosa è cambiato, il clima è più caldo e soffocante.
Ci fermiamo a bivaccare un centinaio di km a sud del confine, ai bordi della strada ci sono gruppi di baracche dove non c’è nulla e nessuna ragione per starci, mi domando se ci viva qualcuno.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
Scegliamo il posto perché ci sono degli alberi che riparano un po’ dal sole , dal vento e ci nascondono dai passanti, adesso in cado si sente, siamo a 45°.


Uploaded with ImageShack.us
Questa sera ci facciamo un aperitivo di cubalibre con salatini, seguirà risotto ai funghi annaffiato dalla seconda bottiglia di vino e un dolce alla fine…siamo veramente motociclisti viziosi.
Oggi 432K tot3064
__________________
wr450 hp2
amay450 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 11-05-2013, 09:44   #13
amay450
Mukkista in erba
 
L'avatar di amay450
 
Registrato dal: 17 Feb 2008
ubicazione: novara
predefinito

Giorno08 DO 14/04/13


Uploaded with ImageShack.us
Questa mattina abbiamo un giovane ospite al campo, è un gerbillo che sembra appena nato, si fa prendere in mano, stranissimo di solito sono velocissimi.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
Basta! Abbiamo recuperato, adesso possiamo goderci un po’ di più il mondo circostante e l’idea è di fare sosta al parco del Banc d’Arguin. Stop rifornimento a Chamy distributore con bar negozio alimentari e ristorante e sosta per vari trasporti collettivi.



Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
Uploaded with ImageShack.us
Riempiamo i serbatoi a 437Ou/l, riforniamo la cambusa che ha continuamente bisogno d’acqua e di generi freschi e ci sediamo a gustare l’immancabile the.
La figlia di JF ha vissuto a Nouadibou per lavoro così abbiamo suggerimenti e contatti.
Telefoniamo a Monsieur Vetan, il custode del campo tendato nel parco, ma al momento non è presente, ha bisogno di un giorno di preavviso, vista la scarsità di turisti, così ci accordiamo per la sosta al ritorno.
Il caldo in Mauritania è pressante e scendendo si fa sentire sempre più. Il panorama non è entusiasmante, tutto piatto e sabbioso, alberi assenti, rari cespugli e tristi baracche che ogni tanto appaiono ai lati della strada, costruite con tavolette di recupero dei pallets o semplici ossature di paletti rivestite di plastica, latta o materiali di recupero.
Dovunque ci si fermi la sabbia è letteralmente costellata di conchiglie, anche a kilometri dal mare.
Proseguiamo fino a una ventina di Km da Nouakchott dove ci aspetta El Sultan, una spiaggia con bar ristorante campeggio tenuta da un francese di nome Nicolas, originario di Lione ma da anni trapiantato qui.


Uploaded with ImageShack.us
Molliamo le moto, ci smutandiamo al volo e senza nemmeno toccare terra siamo nel refrigerio dell’Atlantico dopo la grande scaldata nell’abbigliamento protettivo si, ma anche lessante.
Giochiamo sulle onde che ci strapazzano come foglie morte e sfatti andiamo a docciarci, questa scontata comodità che non siamo più nemmeno in grado di apprezzare a casa, ma che qui, dove facciamo prevalentemente campeggio libero, spesso si riduce a salviettine umide o un litro d’acqua e sapone antibatterico da ospedale.
Grande bucato, le magliette cominciano a viaggiare da sole, dopo tutte queste ore di calore.


Uploaded with ImageShack.us
Una passeggiata sulla spiaggia costellata di conchiglie, seppie enormi e pesci strani, per par riprendere vita alle gambe atrofizzate dalla sella e poi tavolo al tramonto con piccola delusione, Nicolas non ha più il permesso di vendita di alcoolici, quindi niente birra, una spremuta di arance ci deve bastare! (…dannato pidocchio, potevi allungare qualche mancia in più ai funzionari!)


Uploaded with ImageShack.us
Chiaccheriamo un po’ e ci racconta della sua vita qui, dice che il turismo è molto calato e i suoi clienti sono soprattutto stranieri che lavorano in città e benestanti locali, ma il lavoro è concentrato nel fine settimana.
Ci consoliamo ampiamente con orate e capitaine grigliati, circondati da una quantità di verdure e patatine, che libidine i pesci escono una spanna per lato dal piatto, non vola una mosca, mangiamo in concentrazione religiosa.
Questa sera mettiamo anche le corna ai due cm di schiuma del materassino per un vero materasso, anche se appoggiato su una stuoia sotto il tendone in spiaggia è sempre un grande comfort.
Oggi 330K tot3394
__________________
wr450 hp2
amay450 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 11-05-2013, 10:55   #14
Grande_Jo
Mukkista doc
 
L'avatar di Grande_Jo
 
Registrato dal: 29 Jan 2013
ubicazione: Fano
predefinito

Leggere di questi viaggi ti fa sempre venir voglia di e ripartire!
Bene, attendo il proseguio....
__________________
La mia libertà inizia dove finisce la tua.......quindi finisci alla svelta!!!
Grande_Jo non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 11-05-2013, 11:46   #15
naga
Mukkista doc
 
L'avatar di naga
 
Registrato dal: 29 Jul 2004
ubicazione: Dove mi porta il lavoro
predefinito

Oh!!! Finalmente si parla di sano mototurismo!!!

Seguo con interesse....
__________________
R 1150 RT, 127k

Lentamente muore chi non viaggia...
naga non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 11-05-2013, 12:24   #16
ebano81
Mukkista doc
 
L'avatar di ebano81
 
Registrato dal: 01 Mar 2011
ubicazione: Sicilia
predefinito

Bello seguo anchio...

Inviato dal mio GT-I9100 con Tapatalk 2
__________________
Ktm 950 Adventure S GOOOO!!!!!!
Bmw r1200r
ex Bmw r80gs
Vespa P200E '82, TS 125 '76, GTR 125 '70
ebano81 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 11-05-2013, 14:31   #17
amay450
Mukkista in erba
 
L'avatar di amay450
 
Registrato dal: 17 Feb 2008
ubicazione: novara
predefinito

Giorno09 LU 15/04/13
Colazione mista, bar e nostrana, ripieghiamo tutto, paghiamo 15€ a testa per bibite cena campeggio e colazione e ripartiamo. Nella periferia di Nouakchott sosta per riprodurre le fiches, me ne faccio altre 30, tanto vanno via come il pane e salame. L’attraversamento della città è piuttosto lento, traffico sostenuto, pedoni, carretti tirati dagli asini, dagli uomini, carichi in testa…c’è di tutto e bisogna avere gli occhi anche dietro.
Purtroppo sono afflitto da un’avaria gravissima, non ho il claxon che qui è indispensabile, non posso sollecitare cani pecore capre asini vacche, che affollano le strade della capitale, a levarsi di mezzo. Sudati fradici, un po’ scossi dalla bolgia che vi regna sovrana lasciamo la città, non prima di aver donato 2 fiches all’entrata e 2 all’uscita.
Dopo una cinquantina di km la strada diventa come te l’aspetti in africa, tutta crivellata di buche, talvolta dalla profondità impressionante. La guida qui è più impegnativa che sulle oiste, non ti puoi distrarre un attimo, pena rimetterci un cerchio o peggio.
Il panorama non cambia, sempre piatto, sempre sabbia ma la temperatura cresce, oggi arriviamo al record di 48,5°. In questo idillio di fata morgana incrociamo le tremolanti figure che fatichiamo a riconoscere in 3 ciclisti, per l’incredulità non per la forma.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
Una ragazza, Camille partita sola dalla Francia arriverà a Dakar e dopo un tour della Casamanche tornerà a casa e due ragazzi partiti insieme sempre dalla Francia partiranno per il Sudamerica per un tour di 3 anni, si sono incontrati più volte ed ora stanno facendo un tratto insieme. Esterniamo tutta la nostra ammirazione per l’impresa e teniamo per noi l’invidia per l’età che forse non arriva alla metà della mia, che sono il giovane del gruppo, e per l’avventura che surclassa la nostra riducendola alla partita a bocce della domenica.
Saluti, auguri e proseguiamo per sostare a pranzo nel villaggio di Tiguent dove ci svestiamo all’ombra del ristorantino e 40° sembrano freschi.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
Insieme al nostro pollo con verdure arrivano anche i 3 ciclisti rossi e congestionati che come noi approfittano del locale. Ci raccontano ridiamo e scherziamo e nella calura feroce del primo pomeriggio ci avviamo verso Rosso.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
Sostiamo solo il tempo di fare rifornimento, non contiamo di passare la frontiera qui, ma ci spostiamo sulle rive del Fiume Senegal verso la dogana di Diama.
E’ una bella pista che attraversa il parco Diawling, una zona umida piena di uccelli, facoceri, varani. La cosa sconcertante è che ci sono controlli di polizia e distribuzione di fiches anche qui.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us

Ormai siamo arrivati a fine giornata e seguiamo le indicazioni Dekeur Macene di un villaggio turistico e con un po’ di indicazioni dei locali lo raggiungiamo.


Uploaded with ImageShack.us
Ci sistemano in bungalow tipo rondavel, dal tetto di paglia, un lusso a cui non siamo abituati, con doccia in camera; ci accordiamo per una cena con montone e patatine (la carne è sicuramente fresca, perché fino ad un’ora prima camminava nel prato).


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
Oggi abbiamo cumulato qualche altra caduta, una valigia si è spaccata nella zona di supporto ma con un abile lavoro di calzoleria composto da nastro americano e cinghie di nylon il problema è stato brillantemente superato.
Oggi 280k di cui 80off tot 3674
__________________
wr450 hp2
amay450 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 11-05-2013, 14:49   #18
GSWAY
Mukkista doc
 
L'avatar di GSWAY
 
Registrato dal: 07 Dec 2011
ubicazione: FIRENZE
predefinito

Bello questo modo di viaggiare.
Davvero una bella avventura.
__________________
Prima ... altro, poi BMW GS 1100, GS 1200 ADV 2009 e ora GS 1200 ADV Triple Black
GSWAY non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 11-05-2013, 14:55   #19
amay450
Mukkista in erba
 
L'avatar di amay450
 
Registrato dal: 17 Feb 2008
ubicazione: novara
predefinito

grazie, anche a noi è piaciuto molto, anche se francamente è la prima volta che affrontiamo un viaggio in moto in quest'ottica, generalmente era off sfrenato con moto leggere e scariche.
Questo è più in chiave turistica e contemplativa, pur se non troppo comoda
__________________
wr450 hp2
amay450 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 11-05-2013, 22:07   #20
cardano62
Guest
 
predefinito

Mah....cuasi cuasi.......allungo il Tan Tan Express........
  Rispondi quotando
Vecchio 11-05-2013, 23:47   #21
amay450
Mukkista in erba
 
L'avatar di amay450
 
Registrato dal: 17 Feb 2008
ubicazione: novara
predefinito

Giorno10 MA 16/04/13
Grande lusso, dormito in un vero letto, tormentato da vere zanzare, docciato con acqua calda in una doccia, colazione a un tavolo con sedie e tutto quanto. Non ci resta che riprendere la pista del parco verso Diama.
Ormai il camelback è obbligatorio con le temperature correnti, ritorniamo a costeggiare il Senegal tra pescatori, facoceri, acc… a momenti schiaccio un varano grande come un coccodrillo, stava attraversando la pista mi vede e si blocca, io inchiodo, mi vede rallentare e riparte, lo vedo fermarsi ridò gas e quasi gli stacco la coda. Ci manca solo di cappottarsi sulla lucertola; più avanti mi attraversano due facoceri ma non sono a 20 cm dalla ruota, solo a qualche metro, mi preoccupo un po’ meno.

Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
Da un albero un’aquila pescatrice mi guarda passare con sufficienza, un po’ come bovini che incrociamo continuamente. Giungiamo alla sbarra dove un solerte addetto ci fa pagare il biglietto del parco, all’uscita. Poco più in là c’è il confine, i Mauri ci levano 10€ di polizia e 10 di dogana come all’ingresso e un faccendiere tenta di estorcere altri 40 ma rischia di trovarsi l’impronta delle heidenau sulla pancia.
Eccoci al ponte mobile, con un bell’8€ di pedaggio siamo dall’altra parte, pronti per il lato Senegalese : 10€ al poliziotto che ci organizza anche un bel cambio nero 1€=640 FranchiCFA, in dogana ci fanno una sceneggiata napoletana di prim’ordine per il passavant che vale solo due giorni, è necessario avere il carnet de passage en douane per rimanere di più, ci dicono.
Ma noi non lo abbiamo e con grande magnanimità ci prospettano 2 alternative: andare a Dakar per farlo prolungare o essere scortati a St. Louis alla sede della dogana per fare un’estensione, per la modica somma di 40€. Optiamo per la risposta B (sapevamo già che normalmente questa è la prassi, il Carnet fatto in Italia è comunque molto più caro) e, dopo aver stipulato l’assicurazione Senegalese a , mi pare, 35€ seguiamo il trafficone a St.Louis dove ci produce l’estensione al documento e si intasca la grana.


Uploaded with ImageShack.us
Tutta la pantomima ci ha portato alle tre di pomeriggio, sentiamo il richiamo della panza e ci imbuchiamo in un ristorante di fronte, vistamare e con wifi (gli altri mi prendono per il culo con sto wifi, ma non me ne frega niente, ho il figlio in Australia e voglio sentire come vanno lui e le femmine a casa).
Siamo dei veri sfigati, in Senegal in un ristorante koreano, la sciura ci vuole portare gli spring roll che rifiutiamo cordialmente a favore di un bel Thioff, pesce locale molo buono, grigliato con verdure e una bella birrazza Flag che è da 75 e manco ci basterà.
Lasciamo il risto belli soddisfatti, giro panoramico di sanluigi, il porto dei pescatori è un casino incredibile, un auto tenta di abbattermi arretrando, ma sono fortunato, non ci riesce.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us

Ci avviamo sulla costa verso Gandiol seguendo la pista litoranea.
Ci sono frotte di studenti che vanno e vengono, bambini a decine in ogni villaggio, i profumi esotici di spezie nell’aria, le donne orgogliose nei loro abiti coloratissimi e copricapi con fioccone dello stesso tessuto…è bellissimo, mette una grande allegria. Nonostante la povertà sia evidente c’è una sorta di atmosfera allegra e scanzonata, non cercano di farti pena, portano avanti le loro attività senza ansia, tanto…”noi abbiamo l’orologio, loro hanno il tempo”, come usano dirci.
Ancora una volta si fa sera, un villaggio dietro l’altro, è abitato ovunque, bisogna trovare un posto dove fermarsi. Ci indicano il Salmon Hotel, poco lontano dal villaggio di Leona.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
Anche questo somiglia ad un villaggio, con i tucul, la piscina inutilizzabile e nessun turista.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
Ci installiamo e ci cuciniamo la cena sfruttando le loro strutture.
Oggi 137K off100 tot3811
__________________
wr450 hp2

Ultima modifica di amay450; 11-05-2013 a 23:54
amay450 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-05-2013, 04:02   #22
A'mbabu
Mukkista doc
 
L'avatar di A'mbabu
 
Registrato dal: 24 May 2009
ubicazione: in fondo a destra
predefinito

Bravo, bel giro e bel racconto, belle anche le foto, aspetto con piacere di leggerti ancora.
__________________
"l'unico modo per far ridere il Signore é raccontargli i tuoi progetti."
(Cit. Wu Ming - Manituana)
A'mbabu non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-05-2013, 12:01   #23
amay450
Mukkista in erba
 
L'avatar di amay450
 
Registrato dal: 17 Feb 2008
ubicazione: novara
predefinito

Giorno11 ME 17/04/13


Uploaded with ImageShack.us
Partiamo sulla pista litoranea che a tratti è problematica per le tracce profonde lasciate nella sabbia dagli innumerevoli carretti.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
Un villaggio dopo l’altro, Bernard spacca il filo della frizione, così sostiamo per a riparazione davanti ad una scuola, due chiacchere col custode e ripartiamo fino a decidere di tornare all’asfalto, troppa sabbia, è una galera.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
Arriviamo a Louga dove comperiamo un sacchetto di cose che sembrano polpette da una donna per strada, le assaggiamo e scopriamo che sono dei dolci, sembrano le nostre frittelle di carnevale…tutto il mondo è paese!


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
A Kebemer ci fermiamo a cercare un caricabatterie per la macchina foto di JeanFrancois, lo trova, ma ci vuole una vita e ci fa sciogliere.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
Cominciano a vedersi i baobab ai lati della strada, fino a trovarne un’infinità appena a nord di Thies.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
Gli avvoltoi si sprecano e si contendono le carogne ai bordi della strada coi cani randagi.
Una bella acacia è il posto giusto per il picnic meridiano.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
Nel pomeriggio si prosegue verso il Lago Rosa dove arriviamo, attraverso deviazioni per strade in costruzione e un dedalo di stradine e piste, alla 5 del pomeriggio.


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us


Uploaded with ImageShack.us
Sosta per le immancabili foto tra i cumuli di sale, i camion che lo trasportano e i manovali che caricano i sacchi. Sulla riva c’è una striscia d’erba verde brillante, una fascia di schiuma prodotta dalla risacca e l’acqua di un rosso mattone, sopra il cielo azzurro, il contrasto è fantastico. Ci riporta alla realtà l’assalto degli ambulanti di souvenir, al meno invasivo dei quali cediamo, comperando qualcosa e facendoci guidare al campeggio Cristallo Rosa, dove ci installiamo dopo aver mercanteggiato sul prezzo e sulla cena.
Immediato smutandamento generale e tutti a mollo nella tiepida e salatissima acqua rosa del lago. La concentrazione salina è elevatissima, si galleggia come dei turaccioli di sughero e l’acqua negli occhi e sulla lingua ti fa piangere un quarto d’ora, ma è troppo divertente, si fanno le acrobazie come in assenza di gravità.
Probabilmente sembriamo dei deficienti e i locali si chiedono come la nostra civiltà sia potuta progredire…ma chissenefrega!
Doccia per levarci di dosso il sale che i secca come le acciughe altrimenti e cena a base di thioff e patatine, seguita da una macedonia divina di frutta fresca tropicale (tutti ne avremmo mangiato un mastello intero) il tutto annaffiato da una bottiglia di vino.
Giornata spettacolare!
Oggi 128K off40 tot 4039
__________________
wr450 hp2
amay450 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-05-2013, 17:06   #24
naga
Mukkista doc
 
L'avatar di naga
 
Registrato dal: 29 Jul 2004
ubicazione: Dove mi porta il lavoro
predefinito

Due domandine stupide stupide:

1. Cosa sono le fiches? Mi pare di capire si tratti di uno stampato precompilato con i dati della moto.

2. Vedo che del gruppo faceva parte una Versys. Con la mia RT sarebbe stato fattibile?
__________________
R 1150 RT, 127k

Lentamente muore chi non viaggia...
naga non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-05-2013, 17:52   #25
GSWAY
Mukkista doc
 
L'avatar di GSWAY
 
Registrato dal: 07 Dec 2011
ubicazione: FIRENZE
predefinito

Posto anch'io una domanda :

siete partiti ben organizzati con le taniche di scorta per la benzina.
Le avete usate ?
Ho notizia che oggi la benzina sia comunque facilmente reperibile in zona, è vero ?

Report affascinante e davvero ottime foto, finalmente non turistiche, ma "vere".

Un saluto.

Per Naga :
mi sa che coviamo lo stesso pensiero !!!
__________________
Prima ... altro, poi BMW GS 1100, GS 1200 ADV 2009 e ora GS 1200 ADV Triple Black
GSWAY non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato

Salto del forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 11:56.
www.quellidellelica.com ©

Powered by vBulletin versione 3.8.4
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana Team: vBulletin-italia.it
donneinsella2/2018