APARTS

Vai indietro   Quellidellelica Forum BMW moto il più grande forum italiano non ufficiale > Vivere la Moto > Quelli che amano guardare il Panorama

Quelli che amano guardare il Panorama In questo forum si parla di MOTOTURISMO è dedicato a chi ama viaggiare e macinare km su km per visitare il mondo


Share This Forum!  
  
Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 14-02-2020, 22:43   #26
Smart
Mukkista doc
 
L'avatar di Smart
 
Registrato dal: 20 Mar 2006
ubicazione: di qui e di lÃ*
predefinito

esatto Diego, io ad esempio non sono esperto in meccanica, so fare giusto lo stretto necessario su moto semplici e francamente neanche mi interessa saper fare di più, ho sempre considerato la moto un pezzo di ferro che mi porta in posti meravigliosi (giusto uno strumento e come tale scelgo il migliore per l'utilizzo che devo farne), parto sempre con l'idea che se proprio va male la getto in fiume e torno senza.

al contrario ho amici che la vivono come un dio a cui dedicare tutto, guai a toccargli/sparlare della loro moto ...questione di gusti

Pubblicità

__________________
--------------------------------------------------
CV: vespa 50 (79-82) - imola 350 (82-85) - parigi dakar 600 (85-88) - djebel 600 (88-91) - xlv750 (91-93) - AT650 (93-97) - vespa150 (98-00) - TA650 (00-04) - GS1200 (04-07) - GS1200 (07- ?)
Smart non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 15-02-2020, 12:07   #27
enduro
infante Mukkista
 
Registrato dal: 21 Sep 2017
ubicazione: zola predosa
predefinito Il mio sogno

Salve ho piacere di aver acceso discussioni in merito,condivido in pieno il post di LONESOMEDYNA il quale penso....sia il genere di viaggiatore come da ciò che scrive,è propio così sono dell'idea che nn esistono pregiudizi in merito al viaggio in oggetto nel senso che quando si decide di intraprendere un'avventura del genere xkè penso....che AVVENTURA sia, bisogna entrare nell'ottica di tutto ciò comporta, rischi pericoli spirito di adattamento imprevisti vari ecc ecc come nn vedo xkè nn fare tale viaggio con la moto che uno ha, nel mio caso il GS ADV comprata( con sacrifici....) sognata da tanto e voluta apposta x sparami viaggi cazzuti.... come questo altrimenti che viaggio avventura è si parte cercando di organizzare il tutto al meglio possibile poi strada facendo si vedrà......come quando andai in marocco nell'82 in VESPA+varie volte in africa SU TRANSALP ricordi indelebili.......chiudo dicendo come citato da LONESOMEDYNA essendo di BOLOGNA io in riviera romagnola..... ci andavo in OPEL ASTRA SW caricata di tutto punto quando mio figlio era piccolo nn so ho reso........
enduro non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 15-02-2020, 13:47   #28
bangi
Pivello Mukkista
 
Registrato dal: 31 Aug 2012
ubicazione: Urago
predefinito

#Talox si sono io
In generale:
ognuno è libero di andarci con la moto che vuole, e le motivazioni per usare la moto normale o appositamente per quel tipo di viaggio ha sempre molteplici ragioni. Nel mio caso, ho valutato che se non avessi avuto una moto leggera, non sarei riuscito a fare il viaggio programmato.
A posteriori lo confermo, confermo anche di aver avuto la fortuna che cadendo una trentina di volte, non mi sono mai fatto male ( Fortuna, direi di si) e nonostante questo ho dovuto lasciare la moto in Mongolia FUSA. Appunto per dire che tu puoi fare qualsiasi calcolo, ma la garanzia di raggiungere il risultato non esiste. Meccanicamente, economicamente, preparazione ecc. sono tutti fattori da considerare, ma la garanzia al 100% non esiste !
Quindi ognuno fa bene a fare ciò che vuole, la mia sola considerazione, pensate a ciò che state per fare e preparatevi adeguatamente. Più guardi avanti e ti prepari e più a lungo vivrai e non ti farai male.
Ultimo appunto; riguarda la spedizione moto e qui lo scrivo senza nessuna polemica, non vorrei poi leggere le solite risposte.....
Solo mia esperienza: 2017 spedita moto in Kyrgikistan con ADV Factory; da li la moto non sono riuscito a portarla furi, ritornato a Bishkek e fatta rientrare. Attesa 12 mesi con denuncia prima civile e popi penale in Polonia ancora in corso. Recuperata la moto a Varsavia nel luglio del 2018 con avvocato Polacco al seguito ( e procuratore al telefono per riuscire a riaverla).
2019 Usato FER Fischer & Rechsteiner, nella persona di Maurizio Limonta, anche lui appassionato motociclista; ho chiesto il rimpatrio dalla Mongolia, Russia e Giappone, sono stato assistito per l'emergenza avuta in Mongolia ed i prezzi sono perfettamente allineati con quelli ADV. Non si tratta di pubblicità, ma solo la mia personale esperienza !!

Ultima modifica di bangi; 15-02-2020 a 13:49
bangi non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 15-02-2020, 15:58   #29
marcoz.89
Pivello Mukkista
 
Registrato dal: 07 Nov 2017
ubicazione: Biella
predefinito

È due anni che sogno Samarcanda e il pamir ma x vari motivi non sono ancora riuscito a realizzare questo viaggio che è x me un sogno. Ho letto mille post e devo dire che rimango sempre più a bocca aperta!!!
Vorrei chiedere a voi che ci siete stati e siete andati organizzando il tutto da soli quanto vi è costato il viaggio?? Non voglio fare i conti in tasca a nessuno.... Ma vorrei capire quanto è il risparmio rispetto ai viaggi organizzati....
marcoz.89 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 15-02-2020, 17:56   #30
indianlopa
Il TRANS africano
 
L'avatar di indianlopa
 
Registrato dal: 19 Mar 2004
ubicazione: camaiore/moraira
predefinito

io arrivai in afganistan con un 75/5, prima tante girate (capo nord con la vespa primavera, con il ciao in provenza ecc ecc) questo quando avevo meno di 22 anni, poi inizia a girellare x l africa con l 80 gs , poi da grande ho fatto molta asia e tutta l'africa da nord a sud e da ovest a est. questo per dire che qualche girata intorno all'isolato l'ho fatta.....e sempre da solo, con diverse moto....ora a 64anni qualche esperienza credo di averla...e

ora se parto parto per una girata seria (in qualche altro continente) uso una moto semplice da riparare.

a chi sostiene di poter partire con moto sofisticate come il 1200adv, gli faccio tanti auguri di non dover lasciar la moto da qualche parte, tornare nel nostro mondo, prendere i pezzi e istruirsi sulla riparazione, e poi tornare con enorme dispendio di energie, tempo e denari, a riparar la moto.

a me è capitato, lasciai un mezzo in ethiopia e poi tornai... e un altra volta riportai a casa un ktm su degli autobus, dopo averlo smontato e rimontato infinite volte, .... dal mali....

ecco perché si parte per destinazioni inusuali, con mezzi semplici e su cui si sa mettere le mani.

alla terza volta che cascai sulle dune, carico, in mauritania in solitaria, con il 1150adv girai il culo e tornai a casa.
fra gao e niamey dopo essere stato a timbouctu mi morì un 640 x colpa di sabbia nel motore....e li decisi di girare solo con cose semplici.

poi si fa tutto con tutto e ci si diverte anche...se si ha fortuna....molta.

ps. incontrai in sud sudan quelli di lwd ...non vi immaginate neanche lo staff che avevano...

con la royal mi son fatto tutta l'india nord e sud...mai un problema....anzi si di batteria...ma ha la pedivella e poi c' è sempre la spinta....

aggiungo un ultima cosa son sempre partito da casa e ritornato in moto escluso da india dove ho una moto e sudafrica, perche non ne potevo più , ritornare in su non so se ce l'avrei fatta...
__________________
g/s80hpn, r.e. in india.
nulla tenaci invia est via

Ultima modifica di indianlopa; 15-02-2020 a 18:32
indianlopa non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 16-02-2020, 15:33   #31
Lonesomedyna
Pivello Mukkista
 
L'avatar di Lonesomedyna
 
Registrato dal: 06 Jan 2013
ubicazione: Padanistan
predefinito

A Diego, e tutti gli altri: vorrei che il mio pensiero non venga travisato a guisa di lectio magistralis impartita da uno scranno sopraelevato.
Ricordiamoci, sempre, che il punto di partenza di tutti, anche di quelli che hanno esperienza da dispensare per piacere della condivisione e non per protervia, è lo zero.
L'esperienza si acquisisce organizzandosi nel modo che reputiamo più ottimale, ma anche con gli, eventuali, errori di valutazione che possiamo, ahinoi, scoprire solo strada facendo. Questo ci insegna ad affinare le nostre capacità di organizzazione e ad affrontare gli imprevisti e i contrattempi con maggiore fiducia nelle nostri mezzi, evitando di farci sopraffare dal timore, o peggio, dalla paura del fallimento che, occorre sempre ricordarlo, può accadere a tutti, anche ai più navigati.
Così come è fallibile l'essere umano, è fallibile ogni cosa da lui concepita, che sia un GS Adventure full optional o una Honda XL 500 del millennio scorso portata a casa in cambio di un sacco di patate.
Per quanto mi concerne, il discorso della moto più o meno adatta lascia il tempo che trova: io cerco di fare quello che posso con quello che ho, o almeno ci provo. E' chiaro che, in una contesto come quello delle accoglienti strade del Tajikstan, avere un po' di comfort in più male non fa, ma se la propria situazione contingente non permette alternative meccaniche le opzioni restano sempre due: partire o restare.
Anche io ho avuto, più di una volta, i miei tentennamenti, perché non ero sicuro di me, dell'affidabilità del mezzo, per il timore di non trovare assistenza/ricambi in caso di necessità e quant'altro: però la voglia, o per qualcuno l'incoscienza, era tale da farmi affrontare la strada a viso aperto, conscio del fatto che avrei dovuto accettare in egual misura piaceri e contrattempi: perché tutto ciò mi avrebbe insegnato qualcosa, permettendomi di spostare ogni volta più in la il mio orizzonte.
__________________
Meglio il rimorso del rimpianto.
Lonesomedyna non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 16-02-2020, 17:23   #32
Fagòt
Mukkista doc
 
L'avatar di Fagòt
 
Registrato dal: 06 Feb 2008
ubicazione: Bergamo - A zonzo in Africa
predefinito

Conoscendoti non avevo alcun dubbio sulla bontà delle tue affermazioni e meno che meno ti ponessi a far lezioni.
Ognuno di noi ci è passato ed ognuno di noi ha delle storie da raccontare... semplicemente con questo bagaglio di esperienze viene forse più facile "mettere in guardia" chi pone dei quesiti in merito a viaggi di questo tipo, proprio perchè ci siamo passati.
Poi sta all'interlocutore capire e valutare se saprà trovare le stesse motivazioni e la stessa caparbietà che ci hanno spronato a partire.
__________________
Abbi cura del tuo ospite che dio veglierà su di te nel deserto.

F 800 GS - Fotty
Fagòt non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 17-02-2020, 15:29   #33
Tank84
Mukkista
 
Registrato dal: 26 Apr 2016
ubicazione: al lago
predefinito

Penso che la scelta della moto per un determinato viaggio, come per il resto dell'equipaggiamento utilizzato, sia molto soggettiva e variabile.
In primo luogo dipende dalle caratteristiche del viaggiatore. Fisiche e "mentali". E' normale che per una persona di due metri e 110 Kg gestire una maxienduro da 250kg su sterrati "pesanti" o in caso di caduta sia molto più semplice che per una persona di 170 cm e 65 Kg. Così come il bagaglio di esperienza che ha accumulato un viaggiatore "rodato" da anni di avventure, non può essere paragonato a quello di un neofita o di chi ha viaggiato sempre su asfalto (magari "solo" in Italia).
In secondo luogo anche la disponibilità economica ha il suo ruolo. Mi pare logico che se una persona può spendere soldi per comprare (o noleggiare) un mezzo più idoneo al viaggio che intende fare, probabilmente li spenderà evitandosi inutili complicazioni o tribolate lungo il viaggio. Se uno non può disporre economicamente, si arrangia alla meglio con ciò che ha.
Concludendo credo che, in relazione al bagaglio personale ed economico di ogni singolo viaggiatore, ciascuno debba prepararsi nel modo migliore per se stesso ed in modo che il viaggio gli possa risultare il meno ostico ed imprevedibile possibile.
In fondo, sempre di "ferie" stiamo parlando. Se lo si fa per lavoro il discorso cambia (forse) nelle prospettive.

Per quel che mi riguarda non sono partito per la Tunisia a far piste e dune con la GS 2018 che avevo in garage e con cui probabilmente sarei stato più in difficoltà essendo la mia prima volta a"dunare", ma con una Dominator del 95 che con pochi ricambi sarei riuscito a rimettere in marcia in ogni luogo. Anche se in questo caso è andata benissimo. E sono stato felice della scelta.
__________________
Peace & Ride!

Ultima modifica di Tank84; 17-02-2020 a 15:34
Tank84 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 19-02-2020, 14:22   #34
rombodituono
Mukkista doc
 
L'avatar di rombodituono
 
Registrato dal: 03 Sep 2007
ubicazione: Reggio Emilia
predefinito

Da quelle parti (che vuol dire qualsiasi parte del mondo simile al Pamir) per quanto riguarda la moto secondo me non è tanto una questione di leggera/pesante o più o meno portata all'off. La questione è "se si spacca qualcosa riparto o sto fermo?"...la meccanica e le questioni elettriche di base si sistemano ovunque, forse meglio in questi paesi dove sono abituati ad arrangiarsi che da noi in europa dove i meccanici sono dei cambia pezzi, ma sistemare le moto moderne è praticamente impossibile. Dopo un primo viaggio in Pamir fatto con il 1200adv nel 2013 (filato liscio senza problemi per me, ma molto complicato per un compagno di viaggio) ho deciso di prendere una vecchia africa 750 da sbattere di qua e di là per il mondo nei miei viaggi: me ne sbatto se si graffia nel trasporto, me ne sbatto se prende una pietra, o se cade, e ho la ragionevole certezza che qualsiasi meccanico dotato di martello e fil di ferro possa ripararla. Tutto qua.
Riguardo la Wakhan, io l'ho trovata quasi la parte più semplice di tutti i percorsi del Pamir....la M41 da Dushanbe a Khorog è polvere, camion, qualche precipizio, caldo, buche. La M41 da Khorog al confine kirgizo molto asfalto ma con subdole ed enormi buche dal profilo tagliente e maledetto....forse il mio ricordo è annebbiato dal tempo trascorso, ma a parte 200 metri di sabbia la Wakhan la ricordo semplice.
E soprattutto...problemi di sicurezza zero! Non avere timore
__________________
"Te sta dentro che qui fuori è un brutto mondo" Freccia
www.chelabarbasiaconme.com
rombodituono non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 19-02-2020, 14:27   #35
rombodituono
Mukkista doc
 
L'avatar di rombodituono
 
Registrato dal: 03 Sep 2007
ubicazione: Reggio Emilia
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da bangi Visualizza il messaggio
#Talox si sono io
In generale:
ognuno è libero di andarci con la moto che vuole, e le motivazioni per usare la moto normale o appositamente per quel tipo di viaggio ha sempre molteplici ragioni. Nel mio caso, ho valutato che se non avessi avuto una moto leggera, non sarei riuscito a fare il viaggio programmato.
A posteriori lo confermo, confermo anche di aver avuto la fortuna che cadendo una trentina di volte, non mi sono mai fatto male ( Fortuna, direi di si) e nonostante questo ho dovuto lasciare la moto in Mongolia FUSA. Appunto per dire che tu puoi fare qualsiasi calcolo, ma la garanzia di raggiungere il risultato non esiste. Meccanicamente, economicamente, preparazione ecc. sono tutti fattori da considerare, ma la garanzia al 100% non esiste !
Quindi ognuno fa bene a fare ciò che vuole, la mia sola considerazione, pensate a ciò che state per fare e preparatevi adeguatamente. Più guardi avanti e ti prepari e più a lungo vivrai e non ti farai male.
Ultimo appunto; riguarda la spedizione moto e qui lo scrivo senza nessuna polemica, non vorrei poi leggere le solite risposte.....
Solo mia esperienza: 2017 spedita moto in Kyrgikistan con ADV Factory; da li la moto non sono riuscito a portarla furi, ritornato a Bishkek e fatta rientrare. Attesa 12 mesi con denuncia prima civile e popi penale in Polonia ancora in corso. Recuperata la moto a Varsavia nel luglio del 2018 con avvocato Polacco al seguito ( e procuratore al telefono per riuscire a riaverla).
2019 Usato FER Fischer & Rechsteiner, nella persona di Maurizio Limonta, anche lui appassionato motociclista; ho chiesto il rimpatrio dalla Mongolia, Russia e Giappone, sono stato assistito per l'emergenza avuta in Mongolia ed i prezzi sono perfettamente allineati con quelli ADV. Non si tratta di pubblicità, ma solo la mia personale esperienza !!
Ero li ad agosto 2017, forse ho anche capito chi sei. Quell'anno c'è stato qualche casino, tra rallentamento negli sdoganamenti e qualche documento non proprio perfetto. Noi per fortuna avevamo spedito con grande anticipo e non abbiamo avuto nessuna rogna. Sambor è un brav'uomo....un casinista ogni tanto, si. Ma una brava persona. Conoscendolo occorre prendere "qualche precauzione" che fondamentalmente per quel che ho capito è avere un GRANDE margine tra spedizione della moto ed arrivo in aereo nel paese (noi abbiamo spedito il 4 giugno 2017 e siamo arrivati il 27 luglio).
Sono appena tornato dal sud america, dove ho spedito con Motobirds (la ex socia di Sambor) e tutto è stato maniacalmente perfetto.
Però, quando tornerò in Asia Centrale, contatterò di nuovo Sambor perchè secondo me ha fatto diversi errori ma per la persona che è merita un'altra chance.
Lo dico con tutto il rispetto per le peripezie che hai vissuto e stai ancora vivendo, ci tengo a sottolineare
__________________
"Te sta dentro che qui fuori è un brutto mondo" Freccia
www.chelabarbasiaconme.com
rombodituono non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato

Salto del forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 12:34.
www.quellidellelica.com ©

Powered by vBulletin versione 3.8.4
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana Team: vBulletin-italia.it
Usato HP