Vai indietro   Quellidellelica Forum BMW moto il più grande forum italiano non ufficiale > Forum Motociclistici > Qde per la Sicurezza stradale

Qde per la Sicurezza stradale tutte le info e le idee su un tema che ogni motociclista dovrebbe avere a cuore.


Share This Forum!  
  
Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 05-10-2018, 18:42   #1
fastfreddy
Mukkista doc
 
L'avatar di fastfreddy
 
Registrato dal: 06 Mar 2010
ubicazione: Bergamo
predefinito Il diario degli errori di guida

Parlando in altro 3D (dissuadetemi), cercando di dispensare consigli a chi ha meno esperienza, mi è venuto in mente che da qualche anno mi sono abituato a tenere mentalmente traccia degli errori che faccio a ogni uscita e dei rischi che corro.

Non so perché ho iniziato a farlo ... Forse dopo aver letto il libro di Wotan, avendo capito che si può e che si deve lavorare sui propri errori.

Per errori intendo qualsiasi evento che mi ha fatto correre un qualsiasi pericolo, piccolo o grande che fosse, che potevo evitare ... Un sorpasso azzardato ma anche uno scalino di asfalto tra i due sensi di marcia non visto (e gli altri mille difetti delle nostre strade che occupano sempre più la mia ram), distanza di sicurezza eccessivamente ridotta, una curva presa male, una distrazione, qualsiasi cosa...

Mi è servito parecchio: col tempo sono riuscito a ridurre mediamente gli errori portandoli spesso a 0, normalmente 1, raramente 2 o più. La media era 2 o più... Considerando che faccio mediamente 150km a uscita.


Inviato dal mio ASUS_X00ID utilizzando Tapatalk

Pubblicità

__________________
> https://fedear70.wixsite.com/ilgaragedifastfreddy
> ZETAMILLESX
> 58
fastfreddy non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 05-10-2018, 22:45   #2
marmiele
Mukkista in erba
 
L'avatar di marmiele
 
Registrato dal: 03 Oct 2016
ubicazione: Napoli
predefinito

mi sembra un'ottima idea. Io per.lo più annoto le 'sdraiate'. Per fortuna tutte fra 0 e 30 kmh. Direi non molte: 3 in due anni con la motina attuale.

Inviato dal mio SM-A500FU utilizzando Tapatalk
marmiele non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 06-10-2018, 11:31   #3
mario scarponi
Guest
 
predefinito

Ottima idea ma purtroppo spesso non ci si rende conto dell'errore o ci si rende conto troppo tardi
  Rispondi quotando
Vecchio 09-10-2018, 19:21   #4
Svaldo
Pivello Mukkista
 
L'avatar di Svaldo
 
Registrato dal: 17 Aug 2016
ubicazione: Agartha
predefinito

Mi sembra un'abitudine indice di intelligenza, un pensiero lucido da motociclista serio.
Io ci provo spesso a tenere conto delle situazioni di rischio che ho corso per stare più attento la volta successiva, ma quello che mi frega è l'ansia di arrivare a destinazione, la fretta, devo stare attento nei gruppi di motociclisti a non farmi prendere dalla competizione che spesso esiste, preferisco girare da solo per non sentirmi costretto a tenere un ritmo che non mi appartiene e che mi porta a rischiare più del solito.
Svaldo non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 09-10-2018, 19:25   #5
carlo.moto
Mukkista doc
 
L'avatar di carlo.moto
 
Registrato dal: 06 Mar 2009
ubicazione: Roma-Afritalia
predefinito

Quoto, anche perchè lo spirito di cpmpetitività, anche tra motociclisti attempati, anche quando si parte tranquilli , anche, anche, anche.....prima o poi, emerge. meglio soli.
__________________
1150 Gs ....una gran delusione
Frau 1200 RT over the top
carlo.moto non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 13-10-2018, 21:02   #6
marmiele
Mukkista in erba
 
L'avatar di marmiele
 
Registrato dal: 03 Oct 2016
ubicazione: Napoli
predefinito

Un errore che annoto e nn mi perdono mai é che mi fanno inca@@@are gli sputerini che mi sverniciano nel traffico solo per mettersi tra me e l'auto che mi precede.
E qualche volta la scimmia mi prende e li svernicio io rischiando in spazi di pocgi cm e a volte 'collidiamo' . Ma se sbaglio potrei facilmente sdraiarmi su di loro e magari ci facciamo davvero male anche a velocità risibili .

Inviato dal mio SM-A500FU utilizzando Tapatalk
marmiele non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 13-10-2018, 21:03   #7
marmiele
Mukkista in erba
 
L'avatar di marmiele
 
Registrato dal: 03 Oct 2016
ubicazione: Napoli
predefinito

Ammazza che saggezza....

Inviato dal mio SM-A500FU utilizzando Tapatalk
marmiele non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 28-03-2019, 09:38   #8
ShaggyV60
Pivello Mukkista
 
Registrato dal: 16 Jan 2017
ubicazione: Friuli
predefinito

Aggiungo la mia visto che proprio oggi ho avuto il battesimo dell’asfalto...
In uscita a una rotonda mi sono tenuto troppo verso il centro della carreggiata, proprio dove di solito si deposita il ghiaino... Risultato che la moto mi ha scodato un po’ e poi sono caduto.
Fatto praticamente nulla (grazie a vestiario adeguato) e perché ero piano.
A mente fredda ho avuto la conferma di essere entrato nel periodo secondo me più pericoloso della vita di un motociclista: vado in moto da un paio di anni, quindi ho preso una buona confidenza con la moto senza però avere la necessaria esperienza per gestire le situazioni eccezionali...
È andata decisamente bene, quindi farò tesoro dell’esperienza fatta...



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
ShaggyV60 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 28-03-2019, 09:41   #9
fastfreddy
Mukkista doc
 
L'avatar di fastfreddy
 
Registrato dal: 06 Mar 2010
ubicazione: Bergamo
predefinito

Guardare dove si mettono le gomme è purtroppo sempre più importante vista la condizione delle strade italiane ... personalmente mi impegna parecchia ram ma è inevitabile

Inviato dal mio ONEPLUS A6013 utilizzando Tapatalk
__________________
> https://fedear70.wixsite.com/ilgaragedifastfreddy
> ZETAMILLESX
> 58
fastfreddy non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 28-03-2019, 09:49   #10
Protea-RR
Mukkista doc
 
L'avatar di Protea-RR
 
Registrato dal: 14 Jun 2015
ubicazione: Port Elizabeth
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da fastfreddy Visualizza il messaggio
Forse dopo aver letto il libro di Wotan...
già...
lo faccio anche io, da quando ho letto il libro di Wotan.

ma soprattutto, dopo essere stata la sua compagna per tre anni, diciamo che ormai non ne posso prescindere piu
__________________
Cri
“si vede che sei una donna: cercavi una sportourer leggera e ti sei fatta una naked pesante”
Protea-RR non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 28-03-2019, 09:52   #11
Wotan
Mukkista logorroico!
 
L'avatar di Wotan
 
Registrato dal: 25 Aug 2004
ubicazione: Roma
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da marmiele Visualizza il messaggio
mi sembra un'ottima idea. Io per.lo più annoto le 'sdraiate'. Per fortuna tutte fra 0 e 30 kmh. Direi non molte: 3 in due anni con la motina attuale.
Contare le sdraiate non serve, perché sono troppo poche, quando anche ci sono.
Come non serve dire "so andare da A a B senza incidenti, quindi so guidare" (pensiero molto più diffuso di quanto si creda).
C'è gente che non cade quasi mai, ma guida disastrosamente e deve ringraziare solo la propria fortuna alla Mr. Magoo se non si è fracassata da qualche parte.

La conta degli errori è come dice Fastfreddy, la conta delle situazioni in cui vi accorgete di aver corso un rischio durante la guida:
  • una frenata troppo brusca (errore = non aver previsto la causa della frenata);
  • un passaggio troppo vicino a un pedone o un ciclista;
  • un incrocio attraversato ad alta velocità che non abbiamo notato prima;
  • un sorpasso fatto in corrispondenza di un incrocio o di un luogo dove comunque è possibile svoltare (tipicamente, davanti a una stazione di servizio, errore frequentissimo).
Se si prende l'abitudine di contare queste situazioni, diventa una sfida ridurle il più possibile; con un po' di attenzione si riesce ad arrivare a zero, e le poche volte che si segna un errore, rode.

Oltre a contare le situazioni di pericolo, bisogna però anche essere in grado di vederle, e questo è un altro grande problema: chi guida, molto spesso non ha coscienza di quello che avviene intorno a sé.
__________________
Claudio Angeletti
L'arte della sicurezza in moto
Wotan non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 28-03-2019, 11:33   #12
fastfreddy
Mukkista doc
 
L'avatar di fastfreddy
 
Registrato dal: 06 Mar 2010
ubicazione: Bergamo
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Protea-RR Visualizza il messaggio



ma soprattutto, dopo essere stata la sua compagna per tre anni, diciamo che ormai non ne posso prescindere piu
Ti ha obbligato a studiare il libro a memoria?

Inviato dal mio ONEPLUS A6013 utilizzando Tapatalk
__________________
> https://fedear70.wixsite.com/ilgaragedifastfreddy
> ZETAMILLESX
> 58
fastfreddy non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 28-03-2019, 11:41   #13
Protea-RR
Mukkista doc
 
L'avatar di Protea-RR
 
Registrato dal: 14 Jun 2015
ubicazione: Port Elizabeth
predefinito

no. il libro l'ho letto prima di conoscerlo
__________________
Cri
“si vede che sei una donna: cercavi una sportourer leggera e ti sei fatta una naked pesante”
Protea-RR non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 11-04-2019, 18:07   #14
kurtz
Mukkista
 
L'avatar di kurtz
 
Registrato dal: 03 Sep 2013
ubicazione: Fiumicello(UD)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Wotan Visualizza il messaggio
Oltre a contare le situazioni di pericolo, bisogna però anche essere in grado di vederle, e questo è un altro grande problema: chi guida, molto spesso non ha coscienza di quello che avviene intorno a sé.
Questa è una grande verità.Premetto che guido due ruote da 50 anni e per una decina ho fatto "regolarità", una buona palestra che mi ha salvato molte volte su strada perchè impari a reagire a situazioni improvvise nella maniera più "giusta" per restare in piedi. Ovviamente all'inizio sbagli, ma non necessariamente vai per terra, però acquisisci una tale mole di esperienze sensoriali alla guida che se opportunamente supportate da un pò di intelligenza riesci a cavartela solo con qualche scarica di adrenalina.
Il concetto di elaborare i fattori di rischio per una guida "razionale" è corretto ma non basta.
L'imprevisto è sempre dietro l'angolo e devi essere capace di fare tre cose contemporaneamente : essere concentrato sulla tua guida (condizione fisica, ritmo, velocità, traiettorie, segnali della moto..ecc)
essere concentrato sulla guida degli altri ( frenate, cambi di corsia, svolte improvvise, linguaggio del corpo..ecc)
essere concentrato sull'incomparabile, ed è proprio questo fattore che alla fine può fregarti, perchè non gli presti abbastanza attenzione.
Insomma, i primi due fattori ti devono risultare quasi spontanei, naturali, nel controllo, si da poter riservare buona parte della tua attenzione ad un qualsiasi evento eccezionale che pùò accadere.
Mi rendo conto che acuire la propria sensibilità a questi livelli sia difficile e faticoso, ma nel panorama "circolatorio" attuale è imprescindibile, sicchè qualche volta quando non mi sento in "condizione" me ne ritorno a casa.
__________________
k1300s
kurtz non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 11-04-2019, 19:55   #15
Wotan
Mukkista logorroico!
 
L'avatar di Wotan
 
Registrato dal: 25 Aug 2004
ubicazione: Roma
predefinito

Sono totalmente d'accordo.
__________________
Claudio Angeletti
L'arte della sicurezza in moto
Wotan non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 11-04-2019, 20:09   #16
fastfreddy
Mukkista doc
 
L'avatar di fastfreddy
 
Registrato dal: 06 Mar 2010
ubicazione: Bergamo
predefinito

D'accordo pure io ... Personalmente cerco di limitare l'imponderabile girando dove c'è meno traffico e in orari vantaggiosi ... Mi piacerebbe usare la moto di più, anche nel commuting, ma mi rendo conto che è un rischio elevato
__________________
> https://fedear70.wixsite.com/ilgaragedifastfreddy
> ZETAMILLESX
> 58
fastfreddy non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 18-04-2019, 09:51   #17
corfit
Mukkista doc
 
L'avatar di corfit
 
Registrato dal: 03 Aug 2011
ubicazione: Udine
predefinito

Prendo spunto da kurtz.

Credo che abbia messo in luce aspetti e momenti della condizione del motociclista cruciali per realizzare una guida redditizia dal punto di vista della sicurezza.
Io vorrei condividere qualcosa di mio a questa disamina, che consiste nel prendere in considerazione i movimenti necessari per realizzare questa guida, in modo che sia ancora più sicura.

Per chiarezza, distinguo 3 livelli della condizione del motociclista:
1, incoscienza: viaggia senza rendersi conto di ciò che fa, tecnicamente "fa qualcosa per guidare la moto";
2, consapevolezza: guida consapevole di come lo fa, di ciò che potrebbe accadere nelle circostanze che ha immagazzinato con l'esperienza e riesce in buona misura a prevedere situazioni di rischio e ad eseguire le manovre opportune; (esempi di manovre opportune: frenare, arretrare col busto, accelerare, scartare...), tecnicamente "guida con attenzione, consapevole delle manovre da eseguire in ogni momento;
3, funzionalità: nelle situazioni di rischio è in grado di eseguire le manovre opportune realizzando i movimenti necessari in modo "elettronico", ovvero controllato, esatto, rapido e tempestivo, tecnicamente "esegue esattamente movimenti determinati e predeterminati" per guidare la moto.
__________________
INCUDINE1200RS '99
corfit non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 18-04-2019, 09:52   #18
corfit
Mukkista doc
 
L'avatar di corfit
 
Registrato dal: 03 Aug 2011
ubicazione: Udine
predefinito

La scorsa estate, in Pista di Tolmezzo, ho tenuto alcune lezioni sulla frenata e sull'accelerazione: in queste non ho affatto considerato "quali" dita debbano essere impiegate per frenare, o "in quale posizione" debba essere afferrata la manopola dell'acceleratore, bensì ci siamo concentrati sulla trazione che le dita della mano destra esercitano sulla leva del freno e sul movimento di rotazione del polso destro; tutto questo indipendentemente dall'obiettivo che viene normalmente dichiarato: "frenare" e "accelerare".
Non pareva vero nemmeno a me: alcuni degli allievi hanno ridotto lo spazio di frenata di oltre 1 metro!
__________________
INCUDINE1200RS '99
corfit non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 19-04-2019, 17:36   #19
marmiele
Mukkista in erba
 
L'avatar di marmiele
 
Registrato dal: 03 Oct 2016
ubicazione: Napoli
predefinito

Il.commuting effettivamente negli orari di punta é spesso sudore e rabbia in una citta come la mia. Mi spiace ma devo ammettwre che gli sputer hanno alzato di molto l'asticella dell'aggressivita nella guida d'assalto. Emolti automobilisti si adeguano e nn fanno altro che tentare di spiattellarti a ogni svolta e ogni incrocio.

Inviato dal mio SM-A520F utilizzando Tapatalk
marmiele non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato

Salto del forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 09:16.
www.quellidellelica.com ©

Powered by vBulletin versione 3.8.4
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana Team: vBulletin-italia.it