La Germania Ovest fu invece sconfitta per 2-1 dall'Algeria,[11] vinse 4-1 contro il Cile[12] e ottenne una controversa vittoria per 1-0 con l'Austria, in quello passato alla storia come patto di non belligeranza di Gijón e che vide le nazionali tedesche e austriache, entrambe qualificate con quel punteggio, trascorrere la partita in una oziosa melina ampiamente considerata un «biscotto» ai danni dell'Algeria. Il sito utilizza cookie per fini statistici, per la visualizzzione di video e per condividere argomenti sui social network. Spedizione gratis. Jean Tigana e Paul Breitner in uno dei tanti duelli (foto Keystone/Getty Images). Per il Mondiale di Spagna, la maturazione è ormai a buon punto: i vari Bossis, Six, Tigana, Genghini e Giresse sono tra i più forti in Europa nel loro ruolo. L'arbitro della gara, l'olandese Corver, non concesse il calcio di rigore, facendo riprendere il gioco con la rimessa dal fondo, considerando involontario quell'incidente. È l’ultimo a disposizione per la Francia (all’epoca, il numero limite di sostituzioni era 2). E poi, i tedeschi non mollano mai, anche quando la situazione sembra ormai compromessa. Per maggiori informazioni consulta l’ Informativa Estesa. La tensione di un match così importante annebbia la mente di Platini e compagni. Così, saltano gli schemi e la partita diventa un continuo ribaltamento di fronte. Si rimane in perfetta parità, al punto che cinque serie non bastano a decretare il vincitore. «Notte di Siviglia»[1] ((DE) Nacht von Seville, (FR) nuit de Séville o Seville 82) è il soprannome dato alla semifinale Francia-Germania Ovest del campionato mondiale di calcio 1982, disputata l'8 luglio 1982 allo stadio Ramón Sánchez Pizjuán di Siviglia e terminata con la vittoria della squadra tedesca per 5-4 ai tiri di rigore, resisi necessari dopo il pareggio 3-3 alla fine dei tempi supplementari. Nella seconda fase i tedeschi si guadagnarono l'accesso alle semifinali pareggiando 0-0 contro l'Inghilterra[14] e vincendo 2-1 contro la Spagna[15] nel Gruppo B. L'incontro si disputò l'8 luglio a Siviglia, alle ore 21:00, e di fronte si affrontavano due diverse scuole di pensiero: quella tedesca, basata sulla concretezza e sulla fisicità, e quella francese, basata sulla tecnica e sul bel gioco, con giocatori molto tecnici come Platini, Tigana, Genghini e Giresse (il quadrato magico francese). Provenienza: Francia. ... 2-0 per la Germania nel 1986 e il famoso 3-3 del 1982. La panchina viene affidata a Michel Hidalgo, giovane allenatore. Platini venerato dai compagni dopo aver segnato in finale contro la Spagna (foto Trevor Jones/Getty Images). Non fa eccezione il 3-3 tra transalpini e tedeschi (allora dell'Ovest) del 8 luglio 1982 a Siviglia che è stato capace, seppur in modo opposto, di segnare la storia del calcio di due nazioni. La formula del torneo, il primo a ventiquattro squadre, prevedeva che le prime due classificate dei sei gironi eliminatori formassero quattro ulteriori gruppi o «gironcini» da tre, il vincitore di ciascuno dei quali avrebbe avuto accesso alla semifinale. Palpitazioni calcistiche: le 10 partite più emozionanti della storia della nazionale italiana. Prima degli azzurri di Conte troviamo la Francia (1127) e la Romania (1086), mentre la Croazia, prossima avversaria dell'Italia nelle qualificazioni agli Europei del 2016, resta 17esima con 977 punti. Germania Squadra nazionale » Rosa Coppa del Mondo 1982 Spagna. Hidalgo è costretto ad un nuovo, disatteso cambio. Vota la tua preferita Dalla prima, storica partita in casa dei maestri inglesi del calcio nel 1934 alla sofferta vittoria ai rigori contro la Francia nella finale dei mondiali tedeschi 2006, una carrellata delle gare indimenticabili della nazionale azzurra. Le due nazionali ottennero la qualificazione al Mondiale spagnolo sotto diversi auspici: la Germania Ovest, vincitrice dell'Europeo 1980, terminò prima nel suo girone, con 8 vittorie e zero pareggi o sconfitte; la Francia si classificò seconda del suo gruppo (5 vittorie, 0 pareggi e 3 sconfitte), staccando il biglietto per la Spagna solo in virtù della miglior differenza reti nei confronti dell'Irlanda, con cui era a pari punti.[5]. La nostra storia ci porta alla finale di Madrid, ma, qualche giorno prima, vi è stata anche La Notte di Siviglia, termine con cui viene tuttora ricordata l’altra semifinale, quella che non ci riguardava. Francia-Germania non è mai un confronto normale. Il tabellino della partita Germania contro Francia del 08/lug/1982 della Coppa del Mondo 1982 Senza mezze misure. La rivoluzione ha inizio. La finale dei Mondiali del 1982 è una grande classica nella storia del calcio: Italia-Germania. Dieci minuti dopo, però, Platini pareggiò su calcio di rigore dopo uno scontro in area tra Rocheteau e Förster. Non servono molte parole (foto Mike Hewitt/Getty Images). Era l’Italia guidata da un vendicativo Paolo Rossi che ha trionfato dopo una partita secondo torneo a tutto volume. Contrasti è una rivista sportiva online di approfondimento culturale fondata il 10 novembre del 2016. Il “quadrato magico”, ovvero il centrocampo di assoluta qualità formato da Genghini, Giresse, Tigana e Platini, funziona a meraviglia. Il portiere tedesco, tuttavia, aveva manifestato un certo nervosismo già in alcuni frangenti precedenti (nel primo tempo, quando aveva dato una manata ad un giocatore francese, e poco prima dello scontro con Battiston, quando aveva finto di lanciare la palla contro i tifosi francesi posizionati dietro la sua porta). Poche alternative: condurre i compagni di squadra (e se stessi) alla giusta ricompensa dopo 120 minuti di lotta e di sudore, o vanificare incolpevolmente tutti gli sforzi. Serviva qualcosa che potesse riporre il destino unicamente nelle mani (o nei piedi) dei calciatori. Con un cammino così simile, la partita si preannuncia equilibrata. Il torneo prevedeva due fasi eliminatorie a gruppi e una fase finale a eliminazione diretta, con semifinali, finale per il … Bandiera Maglia. The concept of Germany as a distinct region in central Europe can be traced to Roman commander Julius Caesar, who referred to the unconquered area east of the Rhine as Germania, thus distinguishing it from Gaul (France), which he had conquered. Eliminazioni al primo turno e mancate qualificazioni alle competizioni più importanti fino al 1976: fallito l’approdo agli Europei di quello stesso anno, viene esonerato il commissario tecnico Kovacs. Nei minuti finali, l’assalto per evitare di prolungare le ostilità: Amoros tenta un tiro da fuori area, ne nasce un bolide che colpisce in pieno la traversa. La partita, a cui assistettero 70.000 spettatori e che fu arbitrata dall'olandese Charles Corver,[2] fu la prima nella storia dei Mondiali di calcio ad essere decisa dai tiri dal dischetto, regola introdotta nel 1978. Nei supplementari, al 92º minuto, la Francia trovò il gol del vantaggio con Trésor, sugli sviluppi di un calcio di punizione, e al 98º arrivò il gol dell'1-3 con Giresse. La notte di Madrid: così la ricordano milioni di tifosi italiani, dopo che l’avventura in terra di Spagna era iniziata fra mille difficoltà. Un banale “testa o croce” per stabilire l’esito di un match conclusosi in parità. Per la squadra teutonica non conta entusiasmare: il risultato è l’unico obiettivo. Paese: Italia ... dopo le tre posizioni perse ad aprile. La Germania ha vinto, 8-7 dopo i calci di rigore. Un passato avaro di soddisfazioni e di risultati di prestigio: un terzo posto al Mondiale del 1958, e nulla più. I tedeschi dell’Ovest sono abituati alle semifinali mondiali, i francesi no. Giudice spietato che spezza l’equilibrio. La Germania Ovest è solita arrivare in fondo nelle competizioni più importanti, pur senza proporre un gioco innovativo o piacevole, o pur non disponendo di fenomeni assoluti alla Platini in squadra. Quando paolo rossi ricordava il travolgente mondiale del 1982. Si va ai supplementari, dove la partita si fa stupenda. Ben tre degli ottavi del Mondiale che si sta svolgendo in questi giorni sono terminati ai calci di rigore. Italia-Germania 1982, finale dei Mondiali Spagna 82. Eventi apparentemente distanti anni luce per tipologie di emozioni, ma accomunati dal filo conduttore degli undici metri. FRANCIA: Baratelli, Amoros, Janvion (Battiston 46), Tigana, Lopez, Tresor, Soler, Giresse, Lacombe (Rocheteau 64), Platini, Six (Bravo 66) - Allenatore Hidalgo. Mondiali, Francia-Germania: quarti di finale all'insegna dell'equilibrio, 1982 FIFA World Cup France 1:1 Czechoslovakia, 1982 FIFA World Cup France 4:1 Northern Ireland, 1982 FIFA World Cup Germany FR 2:1 Algeria, World Cup: 25 stunning moments ... No3: West Germany 1-0 Austria in 1982, 1982 FIFA World Cup Germany FR 0:0 England. La Germania si qualificò quindi per affrontare in finale l'Italia, contro cui sarà sconfitta per 3-1; la Francia invece si classificherà q… Ma come ogni champagne, anche la giovanissima nazionale di Hidalgo ha bisogno di “invecchiare” per dare il suo meglio. Ad aggiungere fama alla partita, il fatto che fu la prima nella … Quella gara, oltre che per il gioco, è ricordata ancora oggi per lo scontro tra il portiere tedesco Schumacher e il difensore francese Battiston, avvenuto nel secondo tempo nell'area di rigore tedesca. È il peso di una nazione intera che spera che la palla gonfi la rete. In questo modo, il primo gol è dei tedeschi: Breitner sfrutta un buco a centrocampo e avanza fino a servire Fischer sul lato destro dell’area, tentativo respinto in uscita dal portiere francese Ettori e palla vagante spedita in rete da Littbarski. Michel Platini, all'epoca capitano dell'équipe de France, ha definito questo incontro «la mia partita più bella».[4]. In una partita che durerà 120 minuti, non è una cosa di poco conto. Si va ai calci di rigore, per la prima volta nella storia dei mondiali. Michel Platini, giocatore della Francia, nonostante l'eliminazione, affermò che la sfida contro la Germania Ovest fu il più grande ricordo della sua carriera. La Francia è timida, timorosa, stranamente rinunciataria. [13] La dinamica del gol è anche una dimostrazione delle peculiarità del gioco della Germania: accelerazioni e cambi di ritmo, occupazione degli spazi liberi e ricerca immediata del tiro. Se è vero che i calci di rigore al termine delle partite dei mondiali sono un concentrato di tensioni e di emozioni che non ha eguali nel gioco del calcio, è giusto che tutto questo abbia avuto inizio da una delle partite più belle e memorabili della storia. La Francia non riesce a gestire il vantaggio, si disunisce in preda alla stanchezza e alla voglia di strafare. Nuovo. Alle loro grandi capacità, il tecnico applica una disciplina armoniosa: tattica offensiva e possesso palla. Si tratta di una squadra formidabile, il cui apice sarà la conquista degli Europei nel 1984. Provenienza: Ucraina 8 Luglio 1982: la nazionale italiana, trascinata da una doppietta di “Pablito Rossi”, ha battuto la Polonia nella prima delle due semifinali, guadagnandosi l’accesso alla finale. Undici metri, sembrano chilometri. È soltanto un’illusione. Fase finale dei Mondiali del 1982 Il campionato mondiale di calcio 1982 o Coppa del Mondo FIFA del 1982 (in spagnolo: Copa Mundial de Fútbol de 1982, in inglese: 1982 FIFA World Cup), noto anche come Spagna '82, è stata la dodicesima edizione del campionato mondiale di calcio per squadre nazionali maggiori maschili organizzato dalla FIFA ogni quattro anni.. Si svolse in Spagna dal 13 giugno all'11 luglio 1982. I Blues cominciano a macinare possesso palla, chiudendo gli avversari nella propria metà del campo. Nemmeno su un campo di calcio. Così, fino al 1982 la Francia raccoglie consensi di pubblico e di critica ma pochi risultati di rilievo. Dopo il 3-1, i transalpini commettono un errore da principianti: si lasciano ingolosire dagli spazi lasciati da una Germania totalmente riversata in avanti, invece di rimanere compatti e gestire il pallone. I tiri dal dischetto sono fonte di storie che si intrecciano, di destini decisi da una irrisoria distanza di undici metri. Germania Ovest-Francia ebbe molto successo a livello mondiale, sia per l'andamento della gara, incerta sino alla fine, ma anche perché fu la prima gara nella storia del Campionato mondiale di calcio ad essere decisa dopo i rigori, tanto che molti critici scrissero che si trattò della più bella partita della storia del calcio mondiale dopo Italia-Germania Ovest 4-3 del 1970. I calci di rigore. L’Italia ha avuto un approccio “tragico” ai calci di rigore: 3 eliminazioni consecutive ai mondiali (1990, 1994, 1998) sono giunte con questa modalità. Dopo due rigori tirati perfettamente da Kaltz e Breitner, la Germania passò in svantaggio quando Ettori parò il rigore troppo centrale di Stielike, il quale cadde immediatamente a terra disperato, ma prontamente e perentoriamente rialzato da Schumacher (che subito dopo, con la sua parata, avrebbe rimediato all'errore del compagno). Disputata allo stadio Ramón Sánchez Pizjuán di Siviglia e terminata con la vittoria della squadra tedesca per 5-4 ai calci di rigore, resisi necessari dopo il pareggio 3-3 alla fine dei tempi supplementari, questa sfida è stata ribattezzata “ battaglia di Siviglia ”. Immagine divenuta cult. Prepartita dell'incontro Germania contro Francia del 08/lug/1982 nel(la) Coppa del Mondo 1982. Insomma, poca manovra e tanto dinamismo. Schumacher, uscito male, anziché andare sul pallone si scagliò contro il francese nel tentativo di scoordinarlo, buttandolo per terra[16]. Formazioni, tabellino, video della partita del Santiago Bernabeu di Madrid. [2], Questo incontro (che la FIFA ha incluso fra i Classic Football Matches per l'agonismo, i colpi di scena, la qualità tecnica) può essere interpretato come lo scontro di due "scuole" calcistiche opposte: quella francese, sofisticata e tatticamente superiore, e quella tedesca, solida e imperniata su determinazione e forza di volontà. La chiameranno la Notte di Siviglia, questo il soprannome dato alla semifinale Germania Ovest-Francia del campionato mondiale di calcio 1982 in Spagna che tenne incollato alla tv milioni di spettatori in tutto il mondo, per il ritmo incessante con cui le due compagini disputarono il match. La Germania è solida, sa ben chiudersi per poi rendersi pericolosa in ripartenza, ma la Francia insiste. A trionfare fu l' Italia che batté la Germania Ovest per 3-1. Finale mondiale calcio spagna 1982 italia germania ovest. Così, nei primi minuti la Germania la fa da padrone. Battiston restò qualche giorno in coma, e quando venne dimesso dall'ospedale, con due denti rotti, fu costretto a portare il collare. Ma ai calci di rigore si lega anche il ricordo più dolce della nostra storia recente: Grosso, il cielo azzurro sopra Berlino, il titolo mondiale del 2006. La Germania è ancora in buona salute sul piano atletico, ed inizia ad attaccare alla disperata. E la pressione porta dei frutti: poco dopo la metà del primo tempo, Rocheteau viene atterrato in area di rigore, e l’arbitro concede il penalty. Gli esteti sono in visibilio: è un gioco rapido, frizzante, spregiudicato ma con raziocinio. I tedeschi ne approfittano, e trovano l’ormai insperato pareggio: colpiscono prima il neo entrato Rumenigge, poi Fischer. La nazionale francese è nel punto più alto della sua esistenza da 24 anni a questa parte. La Germania iniziò la gara molto bene, schiacciando una timida Francia nella propria metà campo e colpendo una traversa su calcio di punizione di Littbarski. Proseguendo sul sito l’utente ne accetta l'utilizzo. Cronaca della partita su Transfermarkt.it, Patto di non belligeranza di Gijón (1982), https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Notte_di_Siviglia&oldid=116224452, Eventi correlati al campionato del mondo di calcio, Template Webarchive - collegamenti all'Internet Archive, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Fiche et résumé du match sur le site de la Fédération Française de Football. MADRID, 11 luglio 1982 / AMP — Spagna 82 : Domenica sera allo stadio Santiago Bernabeu, l'Italia si laurea campione del mondo battendo in finale la Germania per 3 a 1 (0 a 0 alla fine del primo tempo). francia-germania ovest 7-8 (semifinale del mondiale 1982) Cominciamo da un Mondiale a noi caro: quello del ’82. In una riedizione della semifinale del 1982, la Germania Ovest supera ancora la Francia e guadagna la finale del Mondiale 1986.A differenza di quanto però accaduto in Spagna, quando i francesi meritavano e furono beffati dopo essersi ritrovati addirittura avanti 3-1, stavolta il successo dei tedeschi è limpido. La Francia, nonostante le avversità degli eventi, continua a macinare gioco. 15 d stielike 20 d kaltz 2 … Alla fine dei tiri regolamentari, dopo i gol di Rumenigge e Platini, il risultato fu di 4-4, e perciò si andò ad oltranza; Bossis si fece parare il tiro da Schumacher, mentre Hrubesch non fallì il tiro del 5-4 che consentì ai tedeschi di guadagnare l'accesso alla finalissima contro l'Italia. La nazionale italiana ne beneficiò nella semifinale dei Campionati Europei del 1968: lancio della monetina al termine della partita e Unione Sovietica sconfitta nonostante lo zero a zero dei tempi regolamentari. Schumacher, in uscita di pugno, colpisce il difensore francese in pieno volto. Entrambe hanno perso la prima partita, ed entrambe sono approdate tra le prime quattro del torneo con risultati non entusiasmanti. Si affrontano due squadre agli antipodi per storia e per modo di intendere il calcio. Nel primo tempo supplementare, la Francia segna due gol nel giro di sei minuti: 3-1. E proprio per arginare i contropiedi tedeschi, Hidalgo compie una mossa tattica corretta sulla carta ma che si rivelerà un boomerang: fuori Genghini, dentro Battiston, un difensore. Di seconda mano. Il Boston Society of Film Critics Award per il miglior film in lingua straniera (BSFC Award for Best Foreign Language Film) è un premio assegnato annualmente dai membri del Boston Society of Film Critics al miglior film in lingua straniera distribuito negli Stati Uniti nel corso dell'anno. Il terribile infortunio incorso a Battiston (foto Steve Powell/Getty Images). Pare, fra l'altro, che il portiere tedesco, dopo la partita, si sia limitato a dire, sarcasticamente, che avrebbe pagato le spese odontoiatriche di Battiston.[17]. Esattamente 34 anni fa andava in scena la semifinale tra Francia e Germania Ovest del campionato mondiale di calcio 1982. La Francia fu quindi sorteggiata nel Gruppo D, assieme a Austria e Irlanda del Nord (a sorpresa vincitrice del suo girone), che batté rispettivamente per 1-0[9] e 4-1[10]. Battiston perde i sensi e viene accompagnato fuori dal campo in barella. All'ultimo minuto del tempo regolamentare la Francia colpì una traversa con Amoros. [3] Fra gli eventi rimasti impressi nell'immaginario collettivo, spiccano il grave infortunio del giocatore transalpino Patrick Battiston su un duro intervento (non giudicato falloso e quindi non sanzionato) del portiere Harald Schumacher e la rimonta nei tempi supplementari della Germania, in svantaggio di 3-1 al 99º minuto e in parità 3-3 dieci minuti dopo. Pur nella loro totale diversità, entrambe le squadre giungono in semifinale a fatica. Cercano di riprodurre gli stessi punti di forza degli avversari, invece di persistere con l’impostazione tattica di sempre. “22 uomini rincorrono un pallone per 90 minuti, e alla fine vince la Germania”, disse il capitano della nazionale inglese Gary Lineker. La stampa francese fu estremamente dura nei confronti di Schumacher, tanto che L'Équipe scrisse Tony Schumacher, Beruf Unmensch ("Tony Schumacher, mostro professionale"). Platini vede il compagno e lo serve con un lancio millimetrico. La prima nazionale del mondo resta la Germania (1687), sul podio Argentina (1494) e Belgio (1457), quindi le sudamericane Colombia (1412) e Brasile (1372). Non è un caso: la storia dei mondiali è ricca di epiloghi all’ultimo respiro dal dischetto. È il “calcio champagne”. E con due stili di gioco così diversi, di spazio, per lo spettacolo, sembra essercene parecchio. Nello scontro, Battiston rimase a terra per circa un minuto, privo di sensi e completamente immobile. Le sue lacrime furono una delle immagini più forti del match, tant'è che, soffermandosi sulla scena di Littbarski che consolava Stielike, la telecamera spagnola non riprese l'inizio del tiro di Six, che sbagliò, compensando quindi l'errore tedesco. I tedeschi arrivano da un turno estenuante, superato solo ai calci di rigore contro un’agguerrita Francia . Per correre ai ripari, l'allenatore tedesco Derwall fece entrare Rummenigge al 97º minuto, e al 102º il centravanti del Bayern Monaco realizzò la rete del 2-3 che riaprì la gara. EUR 1.269,62. “Se la caverà” con due giorni di coma e due denti rotti. La sorte concede un’ultima possibilità ai francesi: nella terza serie dei rigori, Stielike fallisce, consegnando alla Francia la chance di passare in vantaggio.