Una delle canzoni rap italiane più famose di sempre, ma anche una delle più influenti, che ha fatto conoscere un certo tipo di rap al grande pubblico. - Copyright © 3W Media, All Rights Reserved. Il debutto tra i rapper italiani è del 2006, collaborando con Amir e partecipando in seguito a molti album o mixtape con altri famosi colleghi. Questa classifica, inserita nello speciale sull’hip hop in edicola, è stata redatta da una giuria d’eccezione, che ha selezionato i 100 migliori brani della storia dell’hip hop. Lugi - A Vous a Vous da Mille ed Una (Biga Reflip) 4. Questa è senza dubbio la sua canzone più famosa e in generale una delle migliori canzoni rap italiane degli anni 90, un vero classico. I. si riunivano in luoghi simboli come “il muretto in Corsia dei Servi a Milano”, “la Galleria Colonna a Roma” e “i Marmi del Teatro Regio di Torino” poi nei centri di molte altre città come Genova e Napoli. Nel 1997 un giovane Fabri Fibra e Dj Lato con lo pseudonimo di “, ” che porta attenzioni da parte della scena al rapper di Senigallia grazie anche a recensioni su, Corso di Arrangiamento e Composizione Hip Hop, Strategie e metodi per comporre la melodia di una base hip hop e trap, Differenze tra un beat trap e un beat hip hop. Anni 90 Wave Mc ♥ 2433. Come vedrete, quasi tutti quelli che abbiamo scelto hanno avuto la loro origine negli anni ’90, nell’epoca d’oro, e quasi tutti oggi risultano sciolti o in “pausa di riflessione”. Successivamente al disco hip hop di Dj Gruff alcuni membri degli isola posse all star percorrono strade diverse e così Deda, Neffa e lo stesso Dj Gruff decidono di formare un nuovo collettivo che prende il nome di “sangue misto“. Operazione Grantirreno (Reflip Rap Italiano Anni '90) by Biga, released 07 May 2020 1. Componi le Tue basi, impara ad utilizzare un software di produzione musicale e studia tecniche avanzate di mixaggio e mastering: contattaci per partecipare ai corsi. Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o disattivarli in impostazioni. Ma quali sono gli artisti e le canzoni simbolo di quel periodo? In giro per la grande Milano, a casa a fumare con sottofondo te.. Ora cammino da solo e mi rimangono solo le tue canzoni ma i ricordi li ho intatti”, Vedi anche: Frasi canzoni rap italiane sull’amicizia. Tra le tante canzoni che potevamo scegliere abbiamo optato per questo classico tratto dall’album “Sotto effetto stono” del 1996. Il successo di questo brano credo sia in gran parte dovuto al beat firmato da Deda. Playlist, top 15. Noi ne abbiamo scelto 15. Cosa che ci porta direttamente al punto chiave del nostro articolo: quali sono i migliori rapper italiani, oggi? Maggiori informazioni nella nostra Cookie Policy, © 2014 - 2020 - Gruppo HHPro di Simone Beretta - p.i.c.f. Anno 1996, album “Neffa & i messaggeri della dopa” (uno degli album rap italiani più importanti), se prima Neffa era già un personaggio simbolo della scena hip-hop, con questo singolo diventa famoso anche per chi il rap non sa manco cosa sia. Il gruppo romano non poteva mancare in una lista di canzoni rap anni 90. No, ovviamente no. Collettivo rap romano famosissimo, attivi dal 1990, noti per essere impegnati politicamente, anche e soprattutto nei loro testi molto profondo e aggressivi. Grazie. Un classico. Perché la vita è anche questo e il rap lo racconta. Due anni dopo arriva “Femmina Alfa”, mentre nel 2012 incide l’EP Lezioni di Volo insieme ad altri colleghi. Questo sito Web utilizza i cookie per consentirci di offrire la migliore esperienza utente possibile. Nel 1999 esce anche l’album dei “sacre scuole” collettivo di Milano composto da Jake la Furia, Dargen D’amico e Guè Pequeno. Negli anni 90’ il rap italiano subisce inevitabilmente (come negli anni 80′) l’influenza del rap americano; rapper come Run-Dmc, Public Enemy i De la Soul e i Beastie Boys scalano le classifiche d’oltreoceano: i loro brani vengono trasmessi anche in Italia da “Deejay Television” programma condotto da Jovanotti, che fu uno dei primi a trasmettere musica hip hop in televisione nel nostro paese. I cookies strettamente necessari devono essere abilitati in ogni momento in modo che possiamo salvare le tue preferenze per le impostazioni dei cookie. Gruff, Pinzu, Mc Shark e Josta sono tra i primi a provarci ma per tutto il decennio nessuno della scena osa incidere dischi rap in italiano. Il collettivo “colle der fomento” inizialmente si chiamava FDC ed era composto da: Primo, Grandi numeri, Danno, Masito e Piotta. Una di sicuro ce la ricordiamo tutti: La Pina, altra figura simbolo della scena musicale italiana di quel periodo. Il gruppo hip hop di Roma si differenzia dagli altri dell’epoca per le sonorità hardcore hip hop utilizzate all’interno dei propri brani ed inizia ad incidere le prime demo verso la fine del 1992. A Roma (a Forte Prenestino) si distingue il collettivo “radio onda rossa” e a Bologna l’isola nel Kantiere (centro sociale) permette a DeeMo e Soul Boy di diffondere la propria musica rap. Tutti i diritti sono di chi li detiene, non miei sicuramente . Tra le rapper donne è di sicuro rimasta la più famosa tra le italiane. Ma anche Lou X. Ma anche Uomini di mare… insomma, come tutte le liste, anche questa lista delle migliori canzoni e album rap italiani anni novanta potrebbe continuare! Potevano mancare gli Articolo 31? Dre Love - … Comunque, queste erano le nostre scelte, ovviamente se ne potrebbero mettere molte altre. Fabri Fibra si chiama Fabrizio Tarducci, marchigiano classe 1976 è ai vertici del mondo rap italiano dalla metà degli anni Novanta. Ma il periodo della scoperta, dato che il rap in Italia quasi non si sapeva cosa fosse, al massimo si pensava a Jovanotti. La parola “rap”, secondo una leggenda metropolitana, sarebbe l’acronimo di “Rhythm And Poetry”, “ritmo” e “poesia”, termini che descrivono bene il genere. Nei primissimi anni del 2000 l’hip hop italiano subisce un declino a livello di popolarità e di vendite, fino a quando rapper come Mondo Marcio, Fabri Fibra ed Inoki entrano a far parte di Emi/Virgin, Universal e Warner Music e pubblicano rispettivamente i dischi “solo un uomo” (che diventa disco di platino), Tradimento (anche questo in sei mesi diventa disco di platino) e Nobiltà di strada (che riceve ottimi riscontri). Non tanto il periodo dell’esplosione popolare, quello arriverà poco dopo, nei primi anni 2000. Il gruppo di J-Ax e Dj Jad è stato fondamentale per il rap italiano, anche se fin da subito si è evoluto in qualcosa di diverso, che lo stesso J-Ax amava definire hip-pop, per poi diventare pop e basta. L’era d’oro del rap italiano. L’album SxM è uno dei più importanti di sempre per la scena rap italiana, e questa è una delle canzoni più belle. 1 decennio fa. Trovo stupenda l’atmosfera, questo pezzo mi fa rivivere un tempo che ora non c’è più, ma che ho vissuto in passato e che qui ritrovo. Gli anni passano, il talento rimane, ma quella perla del 2001 che porta il nome di Quinto dan rimane irraggiungibile. Quando si parla di old school, e quando si parla di anni 90, non si può non fare il nome di Lou X. Oggi forse un po’ dimenticato dai più giovani, ma si tratta di un autentico mito del rap italiano. Le donne c’erano, erano poche ma c’erano. Credo che sia il singolo più "rappresentativo" del rap anni ’90: canzone perfetta, un incredibile equilibrio tra quello che amavano le teste hip hop e ciò che poteva digerire il mainstream. Se infatti oggi “lo Zio” viene ricordato per i suoi tormentoni estivi, negli anni 90 tirava fuori rispettabilissimi pezzoni rap come questo. In questo periodo invece vengono fuori tanti gruppi, collettivi, posse, centinaia di collaborazioni in tutta Italia, uomini e donne, ragazzi e ragazze, appassionati di rap, breakdance, writing, skate, in generale cultura hip-hop, improvvisamente iniziano a incidere, a fare video, ad apparire su Mtv. Rap Italiano: Senti Come Suona posted a video to playlist Rap Italiano Anni '90. Puoi regolare tutto le impostazioni dei cookie navigando tra le schede sul lato sinistro. Altro personaggio memorabile di quel periodo, altra canzone che merita di essere riascoltata. Gli anni ’90 sono stati senza dubbio il periodo d’oro del rap italiano. Si vedono tecniche più sofisticate come scratching e campionamenti, ma anche violenti scontri tra le due componenti gangsta, West coast e east. Il rapper britannico MF Doom, nome d’arte di Daniel Dumile, è morto lo scorso 31 ottobre a 49 anni. Qua siamo nel 1999 con un pezzo malinconico, una canzone rap d’amore molto bella, con Giuliano Palma. Negli ultimi 40 anni l’hip hop ha rivoluzionato il mondo della musica, della danza, della moda, del design, del cinema in sintesi ha influenzato tutte le forme d’arte. Sono passati praticamente trent’anni, ma è sempre da riascoltare. “Sindrome Di Fine Millennio” è stato uno degli album rap italiani più importanti, ed è uscito appunto a fine millennio, ovvero nel 1999. In effetti i Sangue Misto, ex gruppo rap simbolo degli anni Novanta formato da Deda, Neffa e Dj Gruff, suonano bene ancora oggi, a riascoltarli dopo tanti anni di distanza. 49 likes. January 1, 2018 Video di repertorio: Un Primo agli inizi di carriera si esibisce con Piotta, Turi, Flaminio Maphia ed il suo gruppo, i … Nel 1994 i sangue misto pubblicano uno dei dischi old school più importanti della storia dell’hip hop italiano dal titolo “SxM” che diventa negli anni un culto dell’hip hop: il disco si distingue dagli altri hip hop degli anni novanta grazie a sonorità diverse da quelle sentite sino ad allora e grazie alla modalità di scrittura dei testi ed incastri delle rime; Deda e Neffa utilizzano all’interno del disco degli slang nuovi, particolari ma molto musicali. Nel 1996 Neffa pubblica il suo album solista dal titolo “Neffa e i messaggeri della dopa” e con il singolo “aspettando il sole ft. Giuliano palma” riceve un riscontro nazionale importante e porta l’hip hop italiano ad un livello pop, sia a livello di vendite che di passaggi in radio e televisione. Durante la seconda metà degli anni 90′ la scena hip hop italiana è in fermento; escono diversi album tra cui “dritto al cuore” di Left Side, Mauri B e Next One (che riceve un buon riscontro anche negli Stati Uniti). Successivamente si distinguono gruppi come I Club Dogo (trio leggendario di milano), Ensi, Marracash, il TruceKlan, Jack The Smoker, Egreen e tanti altri rapper che danno vita nuova all’hip hop italiano che diviene sempre più popolare fino a quando, intorno al 2015, subisce l’influenza trap che tutti noi conosciamo e diventa addirittura tra i generi musicali più importanti d’italia sia a livello di vendite/certificazioni che a livello di attenzione da parte del pubblico. Da quel disco ecco un gran bel pezzo, “Verso altri lidi”. Inoki è l’hip hop italiano nel vero senso del termine. I primi rapper italiani emergono negli anni ’80. Risposta preferita. Un solo album, postumo, ma diversi anni di attività, collaborazioni e canzoni ne hanno fatto un’icona del rap anni 90. Storica etichetta indipendente fondata nella metà degli anni 90 a Torino da Quilo e Trizta, pubblicò i lavori di diversi gruppi del calibro dei Sr Raza, Rawl Mc, Fuori Fase, Flaminio Maphia e Gatekeepaz. Il mantenimento di questo cookie abilitato ci aiuta a migliorare il nostro sito web. Quest’album si distingue dagli altri dell’epoca per l’impiego di strumenti acustici all’interno delle basi hip hop italiane accompagnate da sample (campioni audio) e da brani di sole strumentali con interventi di scratch e voci con l’eco. Featuring di Giuliano Palma, una canzone ancora oggi bellissima. da Simone Beretta | Apr 25, 2018 | Storia e curiosità. Le informazioni sui cookie sono memorizzate nel tuo browser ed eseguono funzioni come riconoscerti quando ritorni sul nostro sito web e aiutando il nostro team a capire quali sezioni del sito web trovi più interessanti e utili. La Famiglia - Mazz' e Panell (Biga Reflip) 3. Una meteora del rap italiano, dato che purtroppo Joe (vero nome Giovanni Cassano) è morto molto giovane, a soli 25 anni a causa di un infarto. Diversi filoni e stili del rapper. Anni '90? Nella metà degli anni ‘70 il rap si divise in due filoni diversi, seppure appartenenti allo stesso genere. Gli “isola posse all star” sono stati uno dei gruppi hip hop di Bologna degli anni 90′ formato da MC e produttori come Dj Gruff che nel 1993 ha pubblicato il suo primo doppio LP hip hop dal titolo “la rapadopa” dove rappa e dirige le voci di Neffa, Deda, Kaos, Esa, Carry D, La Pina e Papa Ricky. Qua con una delle sue canzoni migliori, Nocche dure, ancora oggi un pezzone. Negli anni 90’ il rap italiano subisce inevitabilmente (come negli anni 80′) l’influenza del rap americano; rapper come Run-Dmc, Public Enemy i De la Soul e i Beastie Boys scalano le classifiche d’oltreoceano: i loro brani vengono trasmessi anche in Italia da “Deejay Television” programma condotto da Jovanotti, che fu uno dei primi a trasmettere musica hip hop in televisione nel nostro paese. L’ hip hop è una cultura nata a New York, nel Bronx all’inizio degli anni 70 e si fonda su 4 elementi: il Bboyng (o Breakdance), il Writing, il Djing e il Rap. Dj Albertino conduttore radiofonico di Radio Deejay nello storico programma dedicato all’hip hop “One Two One Two” (tutt’ora esistente) ha il merito negli anni 90′ di aver dato visibilità ad artisti come gli Articolo 31 (gruppo legato artisticamente al “muretto” di Milano), agli OTR capitanati da Esa e a Tormento, che nel 1994, insieme al produttore “Big Fish” pubblica il brano “la mia coccinella” che fu il primo di una lunga serie per il duo dei “sottotono“. I già citati Sottotono e gli Articolo 31 pubblicano album e brani singoli che arrivano ad una fetta di pubblico sempre più importante e vantano diverse apparizioni in televisione e concerti live dove partecipano oltre 3000 persone. Anche La scena bolognese è in fermento in quegli anni e Speaker Dee Mo rilascia nel 1992 l’album “Sfida al Buio”. Nella penisola si sviluppa nei primi anni ottanta passando da testi in inglese a quelli in lingua italiana, ma è negli anni ottanta che i gruppi appartenenti alla scena hip hop incidono i loro primi lavori significativi. Nel 1990 già rappava, questa canzone viene dall’album capolavoro di hardcore rap “La Realtà, la lealtà, e lo scontro”. Nel 1993 Frankie Hi Nrg (rapper siciliano) con il disco “Verba Manent” diventa il primo rapper italiano a pubblicare un disco di hip hop in italiano distribuito da una major. Dopo l’incontro con il produttore Ice One pubblicano nel 1994 il singolo “sopra il colle” e nel 1996 debuttano ufficialmente con l’album “Odio Pieno” che ben presto diventerà un classico dell’hip hop italiano old school. © 2019 Copyright © 3W Media, All Rights Reserved. Frasi da canzoni rap italiane tristi. I colle der fomento e i sangue misto sono due gruppi di hip hop italiano che hanno cambiato il corso del genere musicale: tanti rapper divenuti famosi nei decenni successivi attribuiscono a loro la scoperta dell’hip hop o influenze artistiche derivanti dai loro dischi incisi negli anni 90′. 20. Francesco Di Gesù, ovvero Frankie hi-nrg mc, altra figura fondamentale e popolare del rap anni 90. In Italia il rap in una prima fase si diffonde nei centri occupati e nei centri sociali. Se proprio dovessimo scegliere tre nomi forse diremmo Frankie hi-nrg, Neffa e Assalti Frontali. I “Nuovi Briganti” i “Possessione” i Sardi “Sa Razza” e Frankie Hi Nrg con “Fight Da Faida” sono la colonna sonora del rap italiano old school dei primi anni novanta, anni in cui le stragi di mafia hanno scosso la penisola. I Sottotono sono stati un altro dei gruppi rap classici anni 90. Soul Boy (originario delle Barbados) fu una figura di riferimento in quegli anni, considerato da alcuni rapper dell’epoca “l’Afrika Bambata” del rap italiano: fu lui ad incoraggiare i rapper di Bologna ad incidere brani hip hop in Italiano. rap anni 90 Quando pensiamo alle canzoni anni 90 e alla musica di questo decennio non possiamo prescindere dal ricordare un genere che in quegli anni ha raggiunto il successo internazionale: il rap. Ebbene sì, un giovanissimo Fibra realizzava uno degli album rap italiani migliori di sempre proprio nel 1999. Gli anni 90 ci regalano alcune fantastiche canzoni ritmate, piacevoli da ascoltare in qualsiasi momento della giornata. Dj Gruff, ovvero il sardo Sandro Orrù, altra figura simbolo del rap italiano, beatmaker, rapper e dj. Un classico. Il duo formato da Nega e Tormento ha esordito con un rap piuttosto aggressivo, per poi virare più verso il pop, fino allo scioglimento nel 2002. Negli anni 90’ il rap italiano subisce inevitabilmente (come negli anni 80′), ; rapper come Run-Dmc, Public Enemy i De la Soul e i Beastie Boys scalano le classifiche d’oltreoceano: i loro brani vengono trasmessi anche in Italia da “, che contiene il singolo “batti il tuo tempo” – il secondo gruppo che incide un disco di rap in italiano sono gli “, ” di Deda, Treble, Speaker Dee Mo e Ghosper D che si fanno conoscere grazie al brano singolo “Stop Al Panico”. Oltre ai complessi pop e rock, infatti, nascono gruppi di rapper che ancora oggi sono considerati memorabili. Spero che un giorno La Pina torni con un nuovo Disco.”. Home » 15 classiche canzoni rap italiane anni 90. mi consigliate qualche canzone per ampliare la mia cultura musicale? Oggi ci sono tanti validissimi rapper e artisti trap in giro, ma forse manca quella varietà e quella freschezza che ha caratterizzato il decennio dal 1990 al 1999. Negli anni 2000 il rap italiano ha riscontrato una notevole crescita commerciale con il lancio mediatico stagionale di numerosi rapper, la nascita di molte competizioni come il Tecniche Perfette e il 2TheBeat e la produzione e diffusione massificata di brani e gruppi rap grazie a comunità internet come myspace. Rapper italiani: la selezione estiva 2019 per una playlist da paura. Come scriva qualcuno nei commenti su Youtube: “non sono old school, sono un millennio avanti”. Negli anni 2000 il rap italiano ha riscontrato una notevole crescita commerciale con il lancio mediatico di numerosi rapper, la nascita di molte competizioni di freestyle e la diffusione tramite internet. Al featuring c’è il solito Neffa, che all’epoca era un po’ ovunque, anche in questo pezzo tratto dall’album Fastidio di Kaos One del 1996. All’epoca non era ancora chiaro che le diverse discipline facevano parte di un unico movimento: inizialmente si reputava che fosse impossibile fare rap in italiano per via della metrica, degli accenti, di cadenze e di sillabe. La definizione di un classico intramontabile. Listen to Rap Italiano Anni '90 in full in the Spotify app. Il rap italiano era fatto solo di uomini? E’ vero, gli anni 90 sono stati il decennio del rap italiano, quello che oggi da molti viene rimpianto. Testo e base perfetti, ritornello, contenuti che ancora oggi restano in testa a chi l’ha sentita almeno una volta. Qua andiamo proprio sul classico: anno 1999, album “Scienza doppia H”, potenti e bravi come pochi, “Il cielo su Roma” è un vero e proprio classico dell’hip-hop made in Italy anni Novanta, ma anche delle canzoni romane. 10 album, 9 da solista e milioni di copie vendute, un seguito fedele e consolidato, nonostante le numerose critiche per essersi legato alla major Universal. Fritz Da Cat feat. L’immagine ritrare una delle canzoni che rappresenta il rap Old school italiano degli anni 90 Listen to Rap Italiano Anni '90 now. Buon ascolto. Hip Hop Italiano Anni 90 In Cassetta e Cd. 04245000163 - sede operativa e legale: via Giuseppe Verdi, 60 -24020 - Pradalunga (Bg) |, risale agli inizi degli anni 80’, grazie al primo tour mondiale di Africa Bambata, a brani come Buffalo gals di Malcom McLaren e a film culto come Wild Style e Beat Street (di cui abbiamo già parlato nell’articolo, viene notato anche nelle nostra penisola spingendo alcune persone ad esprimersi in rima. In Italia negli anni 90 si è vissuta quella che da molti viene considerata come la “Golde Age dell’hip hop italiano”. I gruppi italiani anni 90 portano all’attenzione del pubblico un genere abbastanza innovativo: il rap – hip hop. Altri artisti di spicco nella seconda metà degli anni 90′ sono sicuramente Frankie Hi Nrg, che dopo l’album pubblicato nel 1993 si conferma figura di spicco dell’hip hop italiano anche nel 1997, con il singolo “quelli che benpensano“. Ciò significa che ogni volta che visiti questo sito web dovrai abilitare o disabilitare nuovamente i cookies. I pionieri della scena hip hop italiana si riunivano in luoghi simboli come “il muretto in Corsia dei Servi a Milano”, “la Galleria Colonna a Roma” e “i Marmi del Teatro Regio di Torino” poi nei centri di molte altre città come Genova e Napoli. Alle basi Lato, al microfono… Fabri Fibra! Nel 1996 Neffa pubblica il suo album solista dal titolo “, ” riceve un riscontro nazionale importante e porta, , sia a livello di vendite che di passaggi in radio e televisione. Nel 1997 diventavano sempre più rap con questa stupenda canzone, al microfono anche Meg, altra donna rapper italiana che negli anni ha intrapreso anche una bella carriera da solista. Per capire quando sia stato importante quest’album per una generazione di ascoltatori e ascoltatrici basta leggere questo commento: “I tuoi dischi erano la colonna sonora della nostra vita.. Neffa feat. Legend - Rap italiano anni 90. Successivamente a cavallo tra il 1990 e il 1991 la formazione del gruppo si compone definitivamente con Danno, Masito e Piotta. Anni ’90 di tante qualità come uno shop in Olanda / tante rarità che vanno in fumo come Ganja / non ti sorprende perché ancora c’e’ chi mangia / ma non riesci a capire proprio come faccia / riesce a portare quel che vuole e poi lo spaccia / e nessuno lo rintraccia./